Da Berlusconi a Salvini, Pachino si lascia sedurre solo dal leader di turno del centrodestra

Forza Italia in 5 anni perde il 23 per cento. Il “carroccio” passa dall’1,30 per cento al 28,36.

Ai pachinesi piacciono i leader del momento, purché siano di Centrodestra. Quel che è uscito fuori dalle urne ha fornito chiare indicazioni sul voto in città e sulle differenze rispetto alle precedenti elezioni del 2014, per il rinnovo del Parlamento europeo. Anche se, è giusto sottolinearlo, la percentuale di votanti in città rispetto a cinque anni prima (quando in contemporanea si svolsero le amministrative) si è abbassata drasticamente di quasi 40 punti percentuali: dal 66,55 % del 2014 al 27,74 % di domenica scorsa.

Stabilendo anche il record negativo di tutta la provincia. Le indicazioni, dicevamo. I pachinesi (come il resto d’Italia, o quasi) ha scelto la Lega e il suo leader Matteo Salvini, che nei cuori dei pachinesi ha subito preso il posto di Silvio Berlusconi. Nel 2014 Forza Italia con 3 mila 866 voti e il 34,08 per cento, era saldamente il primo partito in città, adesso è sceso all’11 per cento ed è stato rimpiazzato, appunto, da una Lega che è riuscita ad ottenere 1.518 voti di lista pari al 28,36. I grillini, invece, non hanno mai “stregato” fino in fondo i pachinesi: secondi erano nel 2014 con 3 mila 94 voti (27,27 %), e secondi rimangono dopo il voto del 2019: 1.284 voti pari al 23,99 per cento.

Difficile valutare il trend di Fratelli d’Italia, rispetto al 2014 (507 voti e 4,47 %): il partito di Giorgia Meloni a Pachino è terzo col 20,89 per cento (1.118 voti), ma se non ci fosse stato il “ciclone” Luca Cannata, il candidato più votato in città (883 preferenze) a trainare la lista della Meloni, racconteremmo, probabilmente, di un’altra sorte destinata a FdI. Il Partito democratico, che rispetto al 2014 lascia l’ultimo posto del podio proprio a FdI, dimezza quasi le sue percentuali in città: passa da 21,52 del 2014 (2 mila 441 voti), al 12,55 per cento (672 voti).


© Riproduzione riservata - Termini e Condizioni
Stampa Articolo