Calcio, il Pachino non sa più vincere: col San Giorgio Comiso arriva la quarta sconfitta consecutiva

La classifica del girone “F” di Seconda categoria registra tre punticini in 7 giornate: uno score da retrocessione. L’allenatore Spatola: "seri problemi in difesa".

Marco Maltse, foto di Paolo Interlando

Un Pachino calcio che non sa più vincere. Col nuovo anno non arriva la sperata vittoria che desse uno scossone all’ambiente. La classifica del girone “F” di Seconda categoria registra tre punticini in 7 giornate: uno score da retrocessione.

E nulla è cambiato nonostante i volti nuovi, Ciccio Mallia, Marco Maltese, Lorenzo Novello ed altri, arrivati nella campagna acquisti di riparazione. Ieri al “Sasà Brancati” l’andazzo della gara s’è visto dopo 70 secondi: ragusani in vantaggio con due tocchi al pallone.

Il risultato inganna – ha dichiarato mister Franco Spatola -, nonostante lo svantaggio immediato, siamo riusciti a pareggiare con Giuseppe Lao, tornare sotto e segnare il 2 a 2, poi annullato da presunto fuorigioco”. Tutto questo avvenuto nella prima frazione di gioco, perché nella ripresa le due reti sono rimaste inviolate.

Rispetto alle ultime giornate di campionato – ha continuato il tecnico azzurro -, non posso non notare grossi miglioramenti: davanti ai miei occhi non c’era una squadra remissiva ma che ha lottato dal primo all’ultimo minuto. Ho la presunzione di dire che la gara l’hanno fatto i miei giocatori e che se avessi pareggiato non avremmo rubato nulla”. Un problema (grosso) c’è: la difesa. E mister Spatola non ne fa mistero.

E’ chiaro – continua Spatola – che ritrovandomi senza difensori titolari – Puglisi,  Vittorioso, Caruso e Salvatore Alagna infortunati e Corallo squalificato – mi devo ogni volta reinventare la difesa, come ho fatto ieri schierando sulle fasce due centrocampisti, come Oddo e Cristian Alagna, costretti a fare i terzini”. Domenica gli azzurri andranno a far visita alla LeoSoccer, squadra che nasce dalle ceneri del San Gregorio. “E’ una squadra – ha concluso l’allenatore azzurro – che in classifica sta sotto di noi. Questo non vuol dire nulla, ne siamo consapevoli, ma tenteremo il tutto per tutto per tornare alla vittoria”.


© Riproduzione riservata - Termini e Condizioni
Stampa Articolo

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi