Cinquantacinque pachistani arrivati sulle coste di Portopalo a bordo di una barca a vela

Quattro migranti, che hanno reso dichiarazioni sul viaggio e sullo sbarco, sono rimasti nel Siracusano, gli altri, su disposizione del ministero dell'Interno, sono stati trasferiti nell'hot spot di Messina

Una barca a vela battente bandiera turca con a bordo 55 migranti pachistani è stata bloccata e sequestrata da personale del Gruppo interforce di contrasto all’immigrazione clandestina e della Guardia Costiera a Portopalo di Capo Passero. Non è la prima volta che accadono sbarchi simili: le barche a vela vengono infatti utilizzate per non dare nell’occhio e riuscire ad aggirare il sistema di pattugliamento del Mediterraneo.

È la vaglio della Procura di Siracusa la posizione dei due timonieri della barca battente bandiera turca: un ucraino e un bielorusso. Quattro migranti, che hanno reso dichiarazioni sul viaggio e sullo sbarco, sono rimasti nel Siracusano, gli altri, su disposizione del ministero dell’Interno, sono stati trasferiti nell’hot spot di Messina.


© Riproduzione riservata - Termini e Condizioni
Stampa Articolo