Il Comune di Pachino partecipi al piano pluriennale “Sport e Periferie”, la richiesta del M5S all’amministrazione

A disposizione 100 milioni di euro per il quadriennio 2017/2020 per il completamento e l’adeguamento degli impianti sportivi esistenti da destinare all’attività agonistica nazionale ed internazionale

Il Comune di Pachino partecipi al piano pluriennale “Sport e Periferie”. A chiederlo sono Fabio Fortuna e Filippo Scerra, rispettivamente portavoce del meetup del M5S di Pachino e deputato nazionale del M5S. Lo scorso 22 ottobre è stato approvato il secondo Piano Pluriennale Sport e Periferie promosso dalla Presidenza del Consiglio dei Ministri, che prevede interventi di carattere finanziario per la realizzazione e rigenerazione di impianti sportivi nelle periferie urbane e nelle zone svantaggiate del Paese.

Il piano attraverso la realizzazione e rigenerazione degli impianti sportivi persegue l’obiettivo di rimuovere gli squilibri economici e sociali presenti nelle periferie e zone svantaggiate, finanziando con 100 milioni di euro per il quadriennio 2017/2020 il completamento e l’adeguamento degli impianti sportivi esistenti da destinare all’attività agonistica nazionale ed internazionale.

Abbiamo preso subito la palla al balzo e – affermano Fortuna e Scerra – abbiamo scritto al sindaco Bruno, agli assessori e ai consiglieri comunali per sollecitare l’amministrazione a partecipare al piano, la cui scadenza è fissata al prossimo 17 dicembre. Pachino ha un estremo bisogno di strutture sportive adeguate: pensiamo al vecchio stadio “Sasà Brancati”, tra l’altro la scorsa domenica chiuso al pubblico per non meglio precisati problemi tecnici, il quale potrebbe essere ristrutturato con questi fondi, potendosi anche ampliare l’offerta sportiva con la realizzazione ad esempio di una pista d’atletica, o addirittura creando una vera e propria cittadella dello sport nella zona di via dello Stadio”.


© Riproduzione riservata - Termini e Condizioni
Stampa Articolo