Pachino, acqua non potabile per 5 mesi: il Movimento 5 Stelle chiede riduzioni in bolletta per canone 2017

L'avvocato Fabio Fortuna, portavoce del meetup 5 Stelle di Pachino, chiede che per il 2017 il Comune riconosca uno sconto in bolletta del 50% sul canone in virtù della legge regionale 19 del 2015

Domani è la data di scadenza del pagamento canone idrico 2016. Una data che porta il meetup 5 Stelle di Pachino a formulare alcune considerazioni in materia di servizio idrico e che porta i 5 stelle nel richiedere al primo cittadino uno sconto in bolletta (nel 2017) in virtù del fatto che per alcuni mesi, l’acqua era stata dichiarata “non potabile”.

Solo nei giorni scorsi, infatti, il sindaco di Pachino Roberto Bruno con apposita ordinanza ha dichiarato che l’acqua in città era tornata potabile. Un atto che annullava quello dello scorso 26 luglio, altra ordinanza con cui fu vietato l’utilizzo dell’acqua per usi potabili e di incorporazione degli alimenti e bevande su tutto il territorio comunale. Ordinanza che per l’appunto è stata revocata il 19 dicembre. Quindi, dopo quasi 5 mesi, a Pachino l’acqua torna potabile e idonea all’uso alimentare.

Riteniamo non accettabile – chiosa l’avvocato Fabio Fortuna, portavoce del meetup 5 Stelle di Pachino -, che per tutti questi mesi l’acqua in città non sia stata potabile. Il sindaco Bruno, lo scorso luglio, aveva detto alla cittadinanza di avere autorizzato l’attingimento dell’acqua in un pozzo privato e aveva dichiarato temporaneamente non potabile l’acqua, in via precauzionale, finché non fossero arrivati i risultati delle analisi. Mentre sono di pochi giorni fa le parole dell’assessore al Territorio e all’Ambiente, con cui ha dichiarato di avere ottenuto le analisi dei prelievi effettuati lungo la condotta idrica e di avere avuto conferma che i valori campionati rientrano nei parametri previsti dalla legge.

Ricordiamo al primo cittadino che tutto ciò ha come conseguenza -conclude Fortuna – che per i 5 mesi in cui è stata erogata acqua non potabile nelle case dei pachinesi, il Comune dovrà riconoscere in bolletta una riduzione del canone idrico 2017 nella misura del 50 % in forza dell’art. 11 della legge regionale n. 19 del 2015.”

 

 

 


© Riproduzione riservata - Termini e Condizioni
Stampa Articolo