Pachino, analisi del voto regionale: M5S primo partito, per il centrodestra 3.793 voti, il centrosinistra tre volte meno

Il pachinese Fabio Fortuna, candidato con i 5 stelle, il più votato all'Ars con 2.088 preferenze. Seconda Rossana Cannata di Forza Italia con 556

Ci sono voti ed elezioni, contesti e rapporti extra-territoriali. Ma sicuramente il dato politico che è venuto fuori dagli 8.412 votanti è un segnale che il sindaco di Pachino Roberto Bruno, in quota Partito Democratico, non può trascurare.

Il “suo” Pd si ferma a 790 voti di lista. Forza Italia ne prende 1.737. Il movimento 5 stelle 2.594. Tutta la colazione che appoggiava Micari fa un totale di 1.200 voti e viene triplicata dalle preferenze assegnate al nuovo presidente della regione Sicilia Nello Musumeci che a Pachino pesca 3793 voti di lista.

Il candidato all’Ars più votato è il pentastellato Fabio Fortuna. L’avvocato pachinese ha sfiorato il seggio all’assemblea regionale siciliana in virtù del doppio scranno assegnato ai 5 stelle nella provincia di Siracusa. I suoi 2.088 voti di preferenza sono comunque un risultato su cui lavorare per prospettive future. In tutta la provincia ha totalizzato 4.362 preferenze.

Dopo Fortuna, la più votata è Rossana Cannata che a Pachino raccoglie 556 voti frutto dell’accordo elettorale con il movimento cittadino “Cambiamenti”. L’altra pachinese Noemi Agnello, candidata all’Ars con Noi con Salvini, raccoglie 326 voti. Bruno Marziano, del Pd si ferma a 351 voti.

 

 


© Riproduzione riservata - Termini e Condizioni
Stampa Articolo

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi