Pachino, è arrivato in città Marco Toppan: ha attraversato l’Italia in bici per sensibilizzare alla donazione di sangue

Ad accoglierlo i componenti della sezione cittadina dell’Avis  

Duemila chilometri in bici per sensibilizzare alla raccolta del sangue. Marco Toppan, 40 anni, è riuscito a concludere l’iniziativa “Su due ruote nello stivale”: oggi poco prima delle 13 è arrivato a Pachino, dopo due settimane e 15 tappe lungo tutta la Penisola. “E’ stata una esperienza eccezionale – ha dichiarato Marco Toppan – ho conosciuto moltissime persone e sono stato accolto calorosamente in tutte le sezioni Avis d’Italia, comunali e provinciali, in cui mi sono fermato”.

Marco Toppan, appassionato di due ruote e donatore Avis, è partito il 17 agosto da Predoi in Trentino Alto Adige ed ha scelto di fare questa esperienza singolare “non solo per scoprire – ha raccontato – le bellezze e le tradizioni del nostro Paese, ma anche per perseguire un fine socialmente utile: sensibilizzare gli italiani ai valori del dono, della solidarietà e del volontariato”. Ma Marco ha anche un obiettivo specifico legato alla donazione: contribuire alla riapertura del “Tempio del donatore”, a Valdobbiadene, in Veneto, che ha bisogno di fondi per il restauro. 

Ad attenderlo stamattina poco prima delle 13 all’ingresso della città c’erano i responsabili della sezione cittadina dell’Avis. “Ogni occasione è ottima per divulgare l’importanza della donazione – ha dichiarato Carmela Petralito, vicepresidente cittadina e delegata regionale – e l’iniziativa di Marco è lodevole”. Stasera sarà festa: l’impresa del ciclista verrà celebrata in presenza di tutto il direttivo cittadino, guidato da Corrado Rosa, con l’eccezionale partecipazione del presidente regionale di Avis, Salvatore Mandarà, e del presidente provinciale Paolo Formica. 


© Riproduzione riservata - Termini e Condizioni
Stampa Articolo