Pachino, “Il ciliegino del Camerun è in vendita in Italia e nella Ue “grazie” all’accordo di Partenariato Economico”

"Sindaco Bruno (Pd), On. Cannata (Fi), assessore Bandiera (Fi), presidente La Via (Ncd), la responsabilità della vendita del pomodoro del Camerun nei supermercati di Pachino è esclusivamente dei partiti in cui militate"

È di questi giorni la notizia, rimbalzata anche sui media nazionali, del pomodoro proveniente dal Camerun e venduto a Pachino a un prezzo irrisorio. Il sindaco Roberto Bruno (con delega all’Agricoltura) ha preso subito posizione, ripetendo però le stesse parole pronunciate il 18 febbraio 2016, quando in occasione dell’ennesima crisi del comparto agricolo pachinese chiese maggiori controlli al Ministro dell’Agricoltura Martina, affermando al contempo iniziative con la Grande distribuzione organizzata e con McDonald’s per l’acquisto di pomodoro di Pachino Igp.

Il sindaco si era pubblicamente assunto anche il compito di stimolare la riorganizzazione della filiera e di avviare un processo di miglioramento della qualità del prodotto. Il ministro Martina, a sua volta, aveva assicurato che il Governo stava portando avanti la richiesta di far scattare le clausole di salvaguardia per limitare l’importazione di prodotto.

Sindaco, quanto di tutto questo è stato fatto? I controlli che ha richiesto sono stati effettuati? Che fine hanno fatto le iniziative con la Gdo e Mc Donald’s? Ha poi avviato gli sbandierati processi di riorganizzazione della filiera e miglioramento della qualità?“, queste le domande poste dai Grilli pachinesi, che ricordano anche il disegno di legge regionale annunciato dal deputato regionale Rossana Cannata che prevede che sui banconi dei supermercati ci sia almeno il 50% dei prodotti locali: “tale proposta, seppur suggestiva, sembrerebbe in contrasto con la Costituzione e con le leggi di tutela della concorrenza e del mercato, oltre che con la normativa comunitaria“.

È stata poi la volta dell’assessore regionale all’Agricoltura Bandiera, il quale ha chiesto di rivedere il trattato che ha permesso l’importazione del pomodoro camerunense. Lo stesso ha fatto l’europarlamenatre Giovanni La Via membro della commissione europea ambiente, sanità e sicurezza alimentare, nonché assessore regionale all’Agricoltura con Cuffaro e Lombardo.”Il ciliegino del Camerun è in vendita in Italia e nella Ue “grazie” all’accordo di Partenariato Economico (Ape) del 4 agosto 2016, accordo voluto, votato e approvato congiuntamente da Pd, Forza Italia e Lega. Il Movimento 5 Stelle votò contro – affermano dal meetup pachinese del M5S – sindaco Bruno (Pd), On. Cannata (Fi), assessore Bandiera (Fi), presidente La Via (Ncd), la responsabilità della vendita del pomodoro del Camerun nei supermercati di Pachino è esclusivamente dei partiti in cui militate. Che sia chiaro. Basta perdere tempo. I pachinesi vogliono proposte concrete e attuabili”.


© Riproduzione riservata - Termini e Condizioni
Stampa Articolo