Pachino, il consorzio Granelli ricorre al Tar contro l’ordinanza di requisizione degli impianti idrici

Da questo momento, il consorzio Granelli non è responsabile della fornitura dell’acqua nelle zone costiere di Granelli, Ciappa e Costa dell’Ambra

Il Consorzio Granelli ha ufficialmente consegnato gli impianti idrici al sindaco di Pachino, dopo l’ordinanza del primo cittadino, Roberto Bruno, che ha requisito l’impianto che si trova in territorio di Ispica.

Da questo momento, il consorzio Granelli non è responsabile della fornitura dell’acqua nelle zone costiere di Granelli, Ciappa e Costa dell’Ambra. L’approvvigionamento idrico è soltanto di competenza dell’amministrazione comunale di Pachino.

Il consorzio Granelli, dopo avere acquisito un parere legale sull’ordinanza emessa dal sindaco di Pachino, ha dato mandato ai suoi avvocati, Mario Fiaccavento e Corrado Di Stefano, di impugnare il provvedimento davanti ai giudici del tribunale amministrativo di Catania ritenendo che l’ordinanza del sindaco di Pachino sia illegittima, per questo chiederanno al Tar di Catania la sospensiva.


© Riproduzione riservata - Termini e Condizioni
Stampa Articolo