Pachino, deve scontare tre anni e tre mesi per bancarotta fraudolenta commessa nel 2011 a Modena: accompagnato a Cavadonna

Tra le pene accessorie inflitte l’interdizione dai pubblici uffici per la durata di cinque anni, dal commercio per 10anni, nonché l’incapacità di esercitare uffici direttivi presso qualsiasi impresa per 10 anni

Repertorio

Agenti della Polizia di stato hanno eseguito un ordine per la carcerazione, emesso in data 7 novembre dalla Procura Generale della Repubblica alla Corte d’Appello di Caltanissetta, nei confronti di Luigi Angotti (classe 1956), residente a Pachino.

L’uomo deve scontare la pena di tre anni e tre mesi di reclusione per il reato di bancarotta fraudolenta commessa nel 2011 a Modena. Tra le pene accessorie inflitte l’interdizione dai pubblici uffici per la durata di cinque anni, dal commercio per 10anni, nonché l’incapacità di esercitare uffici direttivi presso qualsiasi impresa per 10 anni.

Dopo le formalità di rito, l’uomo è stato accompagnato nel carcere di Cavadonna.


© Riproduzione riservata - Termini e Condizioni
Stampa Articolo

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi