Pachino, dissequestrati i nuovi capanni di Vendicari. Morreale: “allarme inutile”

Il progetto, oggetto di finanziamento pubblico, è stato esaminato dall’Arma dei Carabinieri, ed è risultato autorizzato dal Comune di Noto, dalla Soprintendenza di Siracusa e dal Corpo Forestale. Nessuna difformità dell’opera rispetto al progetto autorizzato

I nuovi capanni di osservazione che la forestale sta costruendo a Vendicari in pietra, legno e cemento, sono a norma, quindi il sequestro di ieri da parte dei Carabinieri non è stato convalidato. A dichiararlo è Fabio Morreale, presidente dell’associazione ambientalista Natura Sicula.

Il progetto, oggetto di finanziamento pubblico, è stato esaminato dall’Arma dei Carabinieri, ed è risultato autorizzato dal Comune di Noto, dalla Soprintendenza di Siracusa e dal Corpo Forestale. Nessuna difformità dell’opera rispetto al progetto autorizzato.

 “La polemica, sollevata da alcuni cittadini, è stata eccessiva e inopportuna – prosegue -. I vecchi capanni, fatti in pietra e legno, erano in pessime condizioni. Alcuni erano addirittura diventati pericolosi, pertanto non erano più fruibili . Adesso stanno usando anche il cemento ma solo per la base e perché i capanni durino più a lungo. In una zona umida costiera come Vendicari, che conta 252 specie diverse di uccelli e gode dello status di riserva naturale orientata, la possibilità di praticare birdwatching e censire l’avifauna senza arrecare disturbo è necessario e praticabile solo attraverso i capanni”.

Con lo stesso finanziamento la Forestale ha ricostruito, in maniera più solida e si spera duratura, il sentiero che conduce alla spiaggia principale.


© Riproduzione riservata - Termini e Condizioni
Stampa Articolo

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi