Pachino, gli studenti del “Bartolo” protagonisti alla Nao challenge di Roma: un robot balla “Fame” con i disabili

Ad ottobre parteciperanno alla cerimonia di apertura del Maker Faire di Roma

Il team Dal sud del sud

La tecnologia che regala emozioni. “Nao”, il piccolo robot della squadra “A sud del sud” dell’istituto “Michelangelo Bartolo”, ha ballato “Fame” assieme ai disabili del centro diurno Agape, commuovendo tutti alla Nao Challenge 2019 di Zagaraolo, a Roma. Una competizione – organizzata da Scuola di Robotica in collaborazione con Maker Faire Rome – riservata a squadre di istituti superiori dedicata alla robotica umanoide con l’obiettivo di divulgare le potenzialità sociali della robotica di servizio.

Per la scuola pachinese, che oramai è conosciuta a livello nazionale, poiché impegnata nei tornei di robotica dal 2012, hanno partecipato gli studenti Alessio Frasca, Alessandro Dinatale, Giovanni Digiacomo, Simone Miceli, Federico Cammisuli, Gabriele Maggiulli, Gabriele Ucciardo, Marco Cutuli, Giovanni Paolo Sultana, Alessia Ferrara, Martina Quartarone e Sebastiano Arrigo, assieme a 5 ragazzi disabili del centro diurno Agape di Pachino.

Il tema di quest’anno – ha raccontato l’insegnante Giuseppe Bongiovanni, coach della squadra – voleva che Nao si desse da fare in attività di inclusione e per questo abbiamo pensato di attivare una collaborazione con i ragazzi del centro diurno Agape di Pachino. L’occasione del musical “Fame” che loro stavano preparando per l’inaugurazione del “Dopo di noi” ci ha permesso di preparare due momenti insieme: l’audizione di Nao per entrare a far parte della scuola ed il balletto conclusivo”. A marzo il team ha partecipato alle fasi eliminatorie di Messina ottenendo la qualificazione alla fase finale di Zagarolo, in cui gli studenti hanno riscosso un ottimo successo incassando due importanti risultati.

Un premio speciale che consiste nella partecipazione al più grande festival sull’innovazione digitale e sociale, il Web marketing festival che si svolgerà a Rimini dal 20 al 22 giugno. E poi un premio a “sorpresa”: gli studenti di “Dal sud del sud” parteciperanno alla cerimonia di apertura, in qualità di ospiti, al Maker Faire di Roma 2019, che si svolgerà dal 18 al 20 ottobre, che è il più importante evento al mondo sull’innovazione tecnologica. “Due risultati eccezionali – ha commentato Bongiovanni -, non solo i complimenti e i successi riscossi dal team, ma la perfetta integrazione riuscita con i ragazzi disabili attraverso la tecnologia”.


© Riproduzione riservata - Termini e Condizioni
Stampa Articolo