Pachino, “gravi irregolarità di gestione nel nostro Comune”: i 5 Stelle chiedono spiegazioni al sindaco Bruno e al presidente Borgh

"Sembrerebbe che i revisori dei Conti abbiano (ancora una volta) riscontrato con il verbale 40 del 28 marzo gravi irregolarità di gestione nel nostro Comune"

“Stentiamo a crederci e per questo chiediamo conferma al sindaco Bruno e al presidente del Consiglio Borgh, ma sembrerebbe che i revisori dei Conti abbiano (ancora una volta) riscontrato con il verbale 40 del 28 marzo gravi irregolarità di gestione nel nostro Comune“. Il portavoce del meet up del Movimento 5 Stelle, Fabio Fortuna, ricorda il verbale 7 dello scorso anno con cui furono riscontrate dagli stessi Revisori dei Conti gravi irregolarità di gestione e, precisamente, il mancato versamento delle tasse riscosse da Mazal Spa e della contabilità separata che l’ex comandante dei Vigili urbani avrebbe creato e si chiede se non sia accaduto qualcosa di simile con il verbale del 28 marzo.

“Sebbene non sappiamo quali siano le gravi irregolarità riscontrate di recente con il verbale 40, dato che non è presente nell’apposita sezione del sito comunale – conclude – Esattamente come accadde per il verbale 7. La legge prescrive che, in caso di gravi irregolarità di gestione, i Revisori dei Conti (organo collaborativo del Consiglio comunale), trasmettano il relativo verbale al presidente del Consiglio perché convochi il Consiglio per discutere delle gravi irregolarità riscontrate. Ebbene del verbale 40 del 28 marzo, nonostante siano già trascorsi quasi due mesi, non ne sappiamo nulla. Ma, fatto ancora più singolare, nel prossimo Consiglio comunale convocato per il 28 maggio non c’è traccia nell’ordine del giorno di alcun verbale di gravi irregolarità”.


© Riproduzione riservata - Termini e Condizioni
Stampa Articolo