Pachino, implementazione dei nidi di infanzia e servizi integrativi: il M5S chiede al Comune di partecipare al bando pubblico

Il bando prevede la copertura a fondo perduto del 100% delle spese ammissibili fino ad un massimo di 500mila euro. Senza quindi alcun onere per le finanze comunali

Il Comune di Pachino partecipi al bando pubblico per la realizzazione di progetti per”Interventi infrastrutturali a titolarità pubblica per l’implementazione dei nidi di infanzia e dei servizi integrativi per la prima infanzia”. A chiederlo sono il deputato nazionale alla Camera dei Deputati Filippo Scerra e il portavoce del MeetUp di Pachino, Fabio Fortuna. Il bando prevede la copertura a fondo perduto del 100% delle spese ammissibili fino ad un massimo di 500mila euro. Senza quindi alcun onere per le finanze comunali.

Sono ammissibili a titolo indicativo – spiegano i due esponenti del Movimento 5 Stelle – interventi di manutenzione straordinaria e ristrutturazione edilizia, rivolti alla riqualificazione degli immobili esistenti; interventi di acquisto di immobili e/o realizzazione di nuove costruzioni esclusivamente al verificarsi delle condizioni riportate sull’Avviso; interventi di adeguamento e miglioramento dell’impiantistica; interventi di superamento delle barriere architettoniche; interventi di efficientamento energetico degli edifici; interventi rivolti all’adeguamento normativo in termini di igiene edilizia, benessere per gli utenti, sicurezza statica, sicurezza impianti, accessibilità. Per questo invitiamo l’amministrazione a partecipare a questo importante bando nell’interesse della città


© Riproduzione riservata - Termini e Condizioni
Stampa Articolo