Pachino, intensificati i controlli dei Carabinieri: un arresto e 7 denunce. Una palazzina allacciata abusivamente alla rete elettrica

Nel corso dei controlli i militari hanno deferito un uomo, per evasione, in quanto, sebbene sottoposto agli arresti domiciliari e autorizzato a svolgere attività lavorativa, non aveva seguito la via più breve per recarsi al luogo di lavoro dalla propria abitazione

Proseguono con incisività i servizi posti in essere dai Carabinieri della Compagnia di Noto finalizzati alla prevenzione e repressione dei reati, con particolare riguardo ai reati contro il patrimonio ed al fenomeno dello spaccio di sostanze stupefacenti. numerose le pattuglie impiegate giorno e notte per il controllo della circolazione stradale e soprattutto per prevenire la commissione di reati contro il patrimonio, che ha portato all’arresto di Stefano Zocco, classe 1996, già agli arresti domiciliari.

Durante il controllo al sottoposto alla misura cautelare i militari hanno infatti notato qualcosa che non andava nel vano contatore e pertanto, fatti intervenire tecnici Enel, hanno proceduto al controllo, dal quale è emerso un allaccio diretto alla linea elettrica pubblica: in particolare, correndo anche un serio rischio per la propria incolumità, l’uomo aveva divelto il contatore normalmente installato dalla società fornitrice del servizio elettrico, allacciando l’impianto elettrico della propria abitazione direttamente alla rete pubblica.

Una volta iniziati gli accertamenti è stato possibile appurare come tutta la palazzina, composta da ulteriori 6 unità abitative, era allacciata abusivamente alla rete elettrica pubblica, motivo per cui è scattata, nei confronti di altri 6 persone, la denuncia a piede libero per il reato di furto aggravato. I tecnici hanno ripristinato lo stato dei luoghi mentre i Carabinieri provvedevano a redigere gli atti necessari al deferimento delle persone all’Autorità giudiziaria aretusea.

Nel corso dei controlli i militari hanno inoltre deferito un uomo, per evasione, in quanto, sebbene sottoposto agli arresti domiciliari e autorizzato a svolgere attività lavorativa, non aveva seguito la via più breve per recarsi al luogo di lavoro dalla propria abitazione.

Nel corso di tale servizio sono state, dunque, controllate oltre 60 persone alla guida di circa 40 veicoli ed effettuate una quindicina di perquisizioni personali e domiciliari. Anche in considerazione della necessità di prevenire l’incidentalità stradale i militari dell’Arma hanno proceduto ad effettuare una serie di controlli per scongiurare la guida in stato di ebbrezza alcolica e garantire il rispetto delle norme del codice della strada più in generale. In questo specifico settore sono state elevate 2 contravvenzioni per guida senza patente, mentre un 30enne è stato trovato in possesso di una modica quantità di sostanza stupefacente del tipo marijuana e pertanto segnalato alla Prefettura di Siracusa.

L’attenzione del Comando Compagnia Carabinieri di Noto rimane alta e costante sull’intero territorio di competenza al fine di fornire una risposta concreta ed incisiva alle legittime pretese di ordine e sicurezza pubblica avanzate dai cittadini. Pertanto continueranno con assiduità i servizi di prevenzione e contrasto svolti dall’Arma dei Carabinieri, affiancando alla capillare perlustrazione del territorio una continua e attività info-investigativa, contattando commercianti e cittadini al fine di acquisire quante più notizie utili per prevenire il ripetersi dei reati ed assicurare alla giustizia gli autori di quelli già perpetrati, è difatti fondamentale la collaborazione di tutti, non solo degli addetti ai lavori, ma anche e soprattutto della cittadinanza la quale è invitata a segnalare al numero di emergenza 112 qualsiasi situazione dubbia di cui venga a conoscenza.


© Riproduzione riservata - Termini e Condizioni
Stampa Articolo