Pachino, Karate: all’Open di Croazia Salvo Portochese si arrende in semifinale

Il maestro Peppe Bartolo: "Ottima prestazione in una categoria nuova"

Si è dovuto arrendere in semifinale l’atleta pachinese Salvo Portochese, dell’Accademia karate Bartolo, fermato da un giudizio arbitrale. Sfuma, così, il sogno di una medaglia all’Open di  Croazia, torneo di karate che si è svolto la scorsa settimana a Rijeka. Per il tecnico Peppe Bartolo è un ottimo risultato.

Sono molto soddisfatto – ha commentato il maestro Bartolo – per essere la prima competizione internazionale della stagione i miei ragazzi hanno gareggiato dignitosamente. Ottima prestazione per Salvo Portochese, quinto classificato nei +76 kg juniores, una nuova categoria per lui“. Il giovane atleta, già quinto agli europei di Sochi, è stato fermato da un giudizio arbitrale al quarto incontro cioè nel match di semifinale contro l’atleta di casa, il croato che ha ottenuto la medaglia d’oro.

Bene anche Filippo Tusa  nella categoria “76 kg cadetti”, che malgrado un problema fisico è riuscito a piazzarsi settimo, così come Giovanni Romano, nella categoria “Under 21”. Ancora qualche problema per Corinne Sarcià nei 54 cadetti, reduce da un lungo infortunio, che non riesce a superare il promo incontro.

Buona la prova sul piano fisico di tutti – ha continuato il maestro Bartolo -, ancora pur non essendo al 100 per cento hanno dimostrato le loro qualità tecniche“.


© Riproduzione riservata - Termini e Condizioni
Stampa Articolo