Pachino, la Polizia di Stato ritrova e restituisce due veicoli rubati a due imprenditori

Il commissariato di Pachino continuerà incessantemente anche l’attività di prevenzione volta al contrasto del fenomeno dei furti ai danni di imprenditori agricoli locali

Agenti della Polizia di Stato, in servizio al Commissariato di Pachino, nel pomeriggio di ieri, a conclusione di un’attività investigativa, rinveniva due veicoli rubati in due distinti episodi, in danno di due imprenditori, rispettivamente di Scicli e di Pachino.

Il 5 giugno scorso un imprenditore denunciava il furto del proprio escavatore avvenuto nella nottata precedente in contrada Scibini di Pachino, all’interno di un appezzamento di terreno presso cui stava effettuando dei lavori di movimento terra per conto di una azienda agricola in cui si sarebbero dovute istallare delle serre. Il furto cagionava un danno all’imprenditore di oltre 50.000 euro, corrispondenti al valore del mezzo asportato. Le serrate ricerche effettuate nel vasto territorio, si concludevano nel pomeriggio di ieri, allorquando personale del Commissariato, dopo una vasta perlustrazione di alcune contrade di questo comprensorio, rinvenivano in contrada Balatazza, all’interno di un casolare abbandonato, l’escavatore cingolato marca Takeuchi.

Analogamente, il 30 aprile 2018 un altro imprenditore agricolo, denunciava il furto del proprio autocarro Iveco Daily, rubato all’interno della propria azienda agricola in contrada Burgio di Noto. Nell’ambito della medesima attività info-investigativa, le ricerche davano l’esito sperato, infatti, nel pomeriggio di ieri, gli Agenti rinvenivano il suddetto autocarro nascosto all’interno del cortile di un altro casolare abbandonato in contrada Burgio a qualche chilometro da dove era stato asportato.

I mezzi recuperati venivano immediatamente restituiti agli aventi diritto. Il commissariato di Pachino continuerà incessantemente anche l’attività di prevenzione volta al contrasto del fenomeno dei furti ai danni di imprenditori agricoli locali.


© Riproduzione riservata - Termini e Condizioni
Stampa Articolo