Pachino, la rete fognaria di Marzamemi non regge più: almeno 5 fuoriuscite negli ultimi giorni

Domenica 4 affioramenti di liquame nelle vie Marzamemi e Montoneri

Il tombino esploso oggi in viale Calleri

L’ultimo caso è stato di poche ore fa in viale Paolo Calleri, alla Marinella: la fogna è tornata a riaffiorare sul manto stradale di una delle arterie principali di Marzamemi. Poco dopo le 13 la ditta che si occupa della manutenzione delle condotte ha portato i propri mezzi e gli operai sul posto per avviare gli interventi di riparazione. È già la terza volta nelle ultime due settimane che nello stessa zona di viale Calleri esplode la fogna.

Ma oramai, a estate abbondantemente iniziata, le fuoriuscite di liquame nel borgo non si contano più. Domenica è stata una giornata in cui sono stati registrati altri quattro casi di esplosione della condotta, tre in via Marzamemi e una in via Montoneri, tutte in pieno centro e in un’area interessata dalla zona a traffico limitato.

Segno tangibile che la rete fognaria non ce la fa più: caricata, da oltre un decennio, dagli eccessi di visitatori sempre più numerosi e nuove attività commerciali. L’episodio più singolare accaduto negli ultimi giorni riguarda l’anomalo ritrovamento di un sacco di iuta all’interno della sezione di uno dei tubi della condotta.

Un fatto che, se venisse confermato, renderebbe ancor più preoccupante la situazione della rete fognaria del borgo marinaro. Una cosa sé certa, che si è temporeggiato troppo: adesso pare giunto il momento di un intervento di riqualificazione che non può essere rinviato. L’unico limite, pare chiaro, è la difficoltà di reperimento di fondi. Ma si attendono ancora notizie circa il finanziamento di un progetto con fondi a valere sulla misura 7.2 del Piano di sviluppo rurale, presentato dal Comune di Pachino, che prevede la realizzazione e il completamento della rete fognaria di Marzamemi.


© Riproduzione riservata - Termini e Condizioni
Stampa Articolo