Pachino, la scuola che riscopre le professioni del mare

Il seminario si è svolto venerdì all’ex Cinema Diana alla marina militare al settore mercantile, passando per l’università e il diportismo: ecco il futuro di chi si diploma al nautico

Un momento del seminario all'ex cine Diana

Puntare sulle professioni del mare. L’obiettivo dell’istituto superiore “Michelangelo Bartolo” , sino a qualche anno fa, era quello di dare la possibilità ai giovani di frequentare un corso di studi che potesse prepararli alle professioni marine. In un contesto territoriale che sta puntando inequivocabilmente al turismo, ed i turisti che arrivano a Marzamemi (a migliaia negli ultimi anni), giungono anche dal mare. Il borgo visto anche come approdo di diportismo, ma anche come punto di riferimento per lo sport legato al mare e alla pesca.

E la costa da Vendicari a Portopalo è anche sede di due uffici della guardia costiera: Locamare Portopalo e Delemare Marzamemi. Prima tutto questo non c’era, e non si poteva nemmeno immaginare. Ma da quando si sono percepiti i primi sintomi che lo sviluppo volgesse anche in quest’ambito, il sogno dell’istituto “Bartolo” di attivare un corso di Nautico è diventato realtà, ed i primi studenti si apprestano a conseguire il diploma e farsi domande sul loro futuro.

Per questo – ha spiegato il dirigente scolastico, Antonio Boschetti -, per la prima volta abbiamo organizzato una giornata di orientamento, per dare ai nostri studenti la possibilità di scegliere il loro futuro. Che può essere lontano da casa ma anche vicinissimo”. Il seminario si è svolto venerdì mattina all’ex cinema Diana, e tra i relatori ci sono stati ufficiali della Marina militare, della Guardia costiera, ma anche docenti universitari e di altri istituti nautici, e del settore privato mercantile.

Chi si diploma dal Nautico – ha dichiarato Aldo Monaca, docente pachinese dell’istituto “Rizzo” di Riposto – può fare qualsiasi scelta futura: noi abbiamo proposto la continuità nel settore, ovvero sbocchi in Marina militare e guardia costiera, l’università (Scienze nautiche), ma anche in qualità di ufficiali di coperta o di macchina. Ed anche il diportismo, molto in voga nel nostro angolo di territorio”.


© Riproduzione riservata - Termini e Condizioni
Stampa Articolo