Pachino, “L’albero della vita” cerca 4 operatori in servizio civile per il progetto “Verso la libertà”

L’attività riguarda l’assistenza a richiedenti asilo e titolari di protezione internazionale ed umanitaria- e minori non accompagnati

Quattro operatori in servizio civile per il progetto “Verso la libertà”. “L’albero della vita” è in cerca di 4 giovani, dai 18 ai 28 anni, da impiegare per un anno nella realizzazione di un progetto di assistenza a migranti richiedenti asilo politico e minori non accompagnati.

Nello specifico si pone come obiettivo “quello di diminuire – ha dichiarato il direttore del’Albero della vita, Giuseppina Arangio – il senso di alienazione dei richiedenti asilo favorendone la conoscenza delle regole della nostra società di accoglienza e la consapevolezza di diritti garantiti e i doveri imprescindibili del cittadino accolto dallo Stato Italiano e dalla Comunità Europeai”.

I quattro operatori saranno impiegati per 25 ore settimanali e percepiranno 440 euro al mese. Le attività che svolgeranno saranno di accoglienza degli utenti, presentazione della struttura, degli ambienti e dei servizi, affiancamento nelle piccole attività quotidiane, mediazione linguistica culturale, alfabetizzazione.

Ma anche attività sportive, ludiche- ricreative, di supporto operativo al laboratorio urbano, di sostegno relazionale e psico-pedagogico, di orientamento legale e di partecipazione ai momenti formativi in materia di lavoro e contratti di lavoro. 

Per partecipare al bando ci sarà tempo sino alle 14 de 10 ottobre e le domande dovranno essere presentate esclusivamente attraverso la piattaforma online del servizio civile nazionale. 


© Riproduzione riservata - Termini e Condizioni
Stampa Articolo