Pachino, Michele Dinatale confermato presidente dell’Associazione commercianti

Faranno parte del direttivo Tiziana Bonfanti, Daniela Romeo, Francesco Casto, Salvatore Caccamo, Gaetano Ternullo

Caccamo, Dinatale, Romeo, Bonfanti, Casto e Bottino

Michele Dinatale è stato riconfermato all’unanimità presidente dell’Associazione pachinese commercianti. Venerdì scorso si sono svolte le operazioni di rinnovo del direttivo dell’associazione e, oltre alla riconferma di Dinatale, sono anche stati eletti i nuovi componenti del direttivo. Vicepresidente sarà Tiziana Bonfanti, mentre i componenti Daniela Romeo, Francesco Casto, Salvatore Caccamo e Gaetano Ternullo. Le new entry sono Caccamo e Ternullo, che hanno preso il posto di Alessandro Bottino, rimasto nell’associazione con l’incarico di consigliere.

Il nuovo direttivo – hanno dichiarato i vertici dell’AssoCommercianti di Pachino – porterà avanti gli stessi fini e metterà in campo nuove e vecchie iniziative per migliorare l’immagine e la vita socio culturale del nostro territorio e valorizzare, negli ambiti che competono all’associazione, tutti gli aderenti”. Ed il primo intervento del nuovo direttivo dell’associazione ha riguardato le strisce blu, attive in piazza Vittorio Emanuele ed isolati limitrofi dallo scorso aprile. L’Associazione commercianti, infatti, ha incontrato i responsabili della ditta “ParkNet” che gestisce la sosta in città, mettendo in campo diverse proposte per il miglioramento del servizio.

Una tolleranza minima di 10 minuti di sosta gratuita, l’emissione di biglietti di sosta da vendere parallelamente all’uso delle colonnine. Inoltre, la modifica della multa addebitando soltanto l’importo della giornata, abbonamenti per i residenti del centro storico la semplificazione dell’emissione del biglietto eliminando l’inserimento del numero di targa.

Il direttivo ha comunicato quanto discusso nell’incontro alla commissione straordinaria che regge l’ente municipale, chiedendo anche l’ampliamento del progetto di sosta a pagamento nelle vie Giovanni Pascoli e Aldo Moro e il rifacimento delle strisce pedonali. “Un confronto – hanno dichiarato i componenti – nato dal calo consistente di vendita in alcune categorie merceologiche, dal costo oneroso delle sanzioni per la mancata esposizione dei ticket e vista anche la difficoltà per tante persone nell’emissione del biglietto. Il nostro obiettivo è quello di chiedere un miglioramento del servizio, affinché possa essere più funzionale e maggiormente accessibile ai cittadini”.


© Riproduzione riservata - Termini e Condizioni
Stampa Articolo