Pachino, nuovi elementi sulla scomparsa di Emanuele Nastasi: la Procura riapre il caso

In considerazione di tutti gli elementi raccolti, sono al vaglio dei Carabinieri ipotesi legate, oltre all’incendio dell’autovettura, all’omicidio ed alla soppressione di cadavere dell’uomo

La Procura della Repubblica di Siracusa, visti i nuovi elementi emersi negli scorsi giorni, ha riaperto le indagini, circa la scomparsa di Emanuele Nastasi, classe 1981, sparito il 4 gennaio 2015. All’epoca dei fatti venne rinvenuta l’autovettura del giovane, una Fiat Panda di colore azzurro, bruciata, in contrada Camporeale del comune di Pachino.

I sopralluoghi effettuati dai Carabinieri del Nucleo Operativo e Radiomobile della Compagnia di Noto, su disposizione del Sostituto Procuratore Gaetano Bono, che dirige l’indagine, coordinata dal Procuratore della Repubblica Fabio Scavone, in diverse località del territorio pachinese, hanno fatto venire alla luce nuovi elementi che, ritenuti utili alle indagini, sono al momento al vaglio dell’Autorità Giudiziaria.

In considerazione di tutti gli elementi raccolti, sono al vaglio dei Carabinieri ipotesi legate, oltre all’incendio dell’autovettura, all’omicidio ed alla soppressione di cadavere dell’uomo.


© Riproduzione riservata - Termini e Condizioni
Stampa Articolo