Pachino e Portopalo, con le alte temperature partono a raffica gli incendi dei terreni incolti

Sono intervenuti i vigili del fuoco del distaccamento di Noto

L'incendio in contrada "Porto" a Portopalo

Iniziano gli incendi a raffica con l’aumento vertiginoso delle temperature, negli ultimi giorni. Oggi si sono sviluppati ben tre roghi tra Pachino e Portopalo. Il primo incendio è scoppiato in contrada “Porto” nel paese marinaro, poco prima di mezzogiorno, ad andare in fiamme solo sterpaglie per diversi ettari di terreno. Sul posto sono intervenuti gli uomini del 115 del distaccamento di Noto, che hanno domato il rogo.

Nel primo pomeriggio le fiamme hanno avvolto Marzamemi. Ben due incendi si sono sviluppati in contrada Conca d’oro e Lettiera, lungo la strada comunale che collega il borgo al centro cittadino. Le fiamme hanno divorato, fortunatamente, solo sterpaglia, tra l’area antistante al secondo istituto superiore “Paolo Calleri” e la zona dell’ex palmento Di Rudinì.

Anche in questo caso, a sedare i roghi sono intervenuti i vigili del fuoco. Non sono stati registrati danni né alle abitazioni né alle persone. Intanto il 15 giugno scatterà l’ordinanza contro il rischio di incendi, adottata dalla commissione straordinaria che guida l’ente comunale pachinese al fine di evitare gli incendi provvedendo alla diserbatura e alla pulizia dai rifiuti dei fondi incolti.

L’ordinanza, che rimarrà in vigore per tutta l’estate, impone ai proprietari di aree agricole non coltivate, di aree verdi urbane incolte, i proprietari di villette e gli amministratori di stabili con aree a verde, ma anche i responsabili di cantieri edili e stradali, i responsabili di strutture turistiche, artigianali di provvedere a effettuare la diserbatura e i relativi interventi di pulizia dei terreni invasi da vegetazione infiammabile e anche da rifiuti.


© Riproduzione riservata - Termini e Condizioni
Stampa Articolo