Pachino, progetto “Educazione alla legalità economica”: la Guardia di Finanza oggi ha incontrato gli studenti del Bartolo

Il dibattito ha visto una viva partecipazione degli alunni che hanno manifestato il loro interesse agli argomenti trattati che vedono le Fiamme Gialle impegnate in tutti i fronti a tutela della legalità economica

Questa mattina le Fiamme Gialle aretusee hanno incontrato, all’Istituto Secondario superiore M. Bartolo di Pachino, gli studenti delle superiori e delle scuole medie locali. Tema dell’incontro è stato l’educazione alla Legalità Economica.

L’evento, che trae origine da un protocollo d’intesa tra il Comando Generale del Corpo ed il Miur e giunto alla sua sesta edizione, si inquadra nell’ambito delle iniziative che la Guardia di Finanza organizza e promuove per avvicinare sempre di più i giovani al concetto di legalità vista in tutte le sue sfaccettature.

Il vice preside Prof. Bongiovanni, ha accolto il Comandante Provinciale della Guardia di Finanza di Siracusa Col. Antonino Spampinato ed i finanzieri intervenuti, evidenziando l’importanza della presenza nelle scuole della Guardia di Finanza per far comprendere ai giovani studenti la “convenienza” dell’agire nella legalità come necessità divenuta imprescindibile per una società migliore.

Il Col. Spampinato nel presentare il progetto e stimolare negli studenti una maggiore “consapevolezza” del delicato ruolo rivestito dal Corpo, quale organo di polizia economico-finanziaria vicino a tutti i cittadini, di cui tutela il bene fondamentale della libertà economica, ha sottolineato l’importanza di rendere concrete ed attuate le idee nate nella fase di organizzazione del presente progetto, rimarcando i compiti ed i ruoli che tutte le persone, donne e uomini sia all’interno che all’esterno delle Istituzioni, devono assolvere per promuovere la cultura di “Legalità economico-finanziaria” intesa come capacità di tutti di vivere con “passione” il territorio ed il rispetto delle leggi e la capacità di “agire” a favore della collettività e del tessuto sociale dove ci troviamo affinché tutto migliori. I giovani devono comprendere che la legalità economica è fondamentale, intendendo quali sono i comportamenti scorretti da evitare ed isolare, consapevoli che il Corpo della Guardia di Finanza sarà sempre al loro fianco quale giusto interlocutore posto dallo Stato per la tutela degli interessi economico-finanziari.

Il Cap. Federico Vanni, Comandante della Tenenza di Noto, coadiuvato dal Luogotenente Carmelo Lombardo, Comandante della Brigata di Pachino, sviluppando gli argomenti del progetto, ha illustrato gli ambiti in cui il Corpo, quale organo di polizia economico-finanziaria, opera a tutela delle attività economiche e contro ogni forma di frode.

Il dibattito ha visto una viva partecipazione degli alunni che hanno manifestato il loro interesse agli argomenti trattati che vedono le Fiamme Gialle impegnate in tutti i fronti a tutela della legalità economica.

I temi che hanno suscitato più interesse negli alunni sono stati l’evasione fiscale, vista nelle sue forme più vicine ai giovani, lo sperpero di denaro pubblico che toglie risorse e servizi alla collettività, la contraffazione legata anche al concetto di sicurezza prodotti ed infine l’uso e lo spaccio di sostanze stupefacenti. Molta attenzione hanno rivolto i ragazzi alla tematica del contrasto nel settore degli stupefacenti ed alle diverse tipologie di impatto nella vita sociale degli stessi assuntori, in relazione altresì all’esposizione che arreca danni seri sia alla salute che alle loro aspirazioni future nell’inserimento nel mondo del lavoro nel settore del pubblico impiego.

Tutto questo è servito a rendere edotti gli studenti intervenuti sugli aspetti pratici che il termine “Legalità economica” comporta.

All’iniziativa è abbinato un concorso denominato “Insieme per la legalità” che ha lo scopo di sensibilizzare i giovani, tramite il coinvolgimento delle scuole, sul valore civile ed educativo della legalità economica, nonché in merito alle attività svolte dal Corpo in tali settori, favorendo la loro espressione libera, creativa e spontanea sulla tematica, attraverso una rappresentazione grafico-pittorica o una produzione video-fotografica. La scadenza del termine per la presentazione dei lavori è prevista per il 30 aprile prossimo.


© Riproduzione riservata - Termini e Condizioni
Stampa Articolo

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi