Pachino, rientrata la protesta degli operatori ecologici. Pagata una mensilità

Sono stati tre i giorni di sciopero

E’ rientrata la protesta degli operatori ecologici della ditta Dusty, che gestisce il servizio di raccolta in città. Ai dipendenti è stata pagata una mensilità e un’altra dovrebbe arrivare nei primi giorni della prossima settimana. Almeno questi sono stati gli accordi a seguito di un confronto tra sindacati, ditta e commissione straordinaria. I lavoratori hanno deciso di usare le maniere “forti” incrociando le braccia per ben tre giorni di fila, da martedì a giovedì, a causa del mancato pagamento di 4 mensilità.

La città è stata invasa dai rifiuti e, oggi, è ripartito il servizio. Ci vorrà ancora qualche giorno per ripulire tutto il perimetro urbano e le contrade, ma nel giro di pochi giorni sarà ripristinata la situazione. “Non è nostra intenzione – hanno dichiarato i lavoratori della Dusty – arrecare disagi ai nostri concittadini né lasciare sporche le strade, ma l’unico modo che abbiamo per farci sentire è questo. Stiamo vivendo, ormai da anni, una situazione di grave difficoltà economica che mina la serenità delle nostre famiglie. Ci auguriamo che nei prossimi giorni possano essere rispettati gli accordi e si riesca a garantirci ciò che ci spetta”.

Ieri la ditta ha incontrato la commissione straordinaria che sta guidando il Comune e nei prossimi giorni dovrebbe essere pagati dei canoni alla Dusty. Dopodiché sarà accreditato un altro stipendio agli operatori ecologici. E, comunque, ne rimarrebbero ancora due in sospeso.


© Riproduzione riservata - Termini e Condizioni
Stampa Articolo