Pachino, zone economiche speciali: avviato l’iter di istituzione

La giunta ha deliberato la richiesta inviandola agli uffici della Regione Sicilia. I tecnici dell’Urban Lab cureranno la perimetrazione

Attrarre l’insediamento di nuove aziende con la possibilità di benefici fiscali e amministrativi“. La giunta comunale ha deliberato l’avvio dell’iter di istituzione delle Zes, le Zone economiche speciali e a comunicarlo è il sindaco, Roberto Bruno. “Chiediamo alla Regione Sicilia – ha dichiarato Bruno – di considerare il nostro territorio nell’attivazione e nella ripartizione delle aree Zes. La nostra zona ha tutte le carte in regola e le caratteristiche per rientrare nel piano Zes e consentire alle aziende (le nuove e quelle già esistenti) una serie di agevolazioni per promuoverne lo sviluppo come procedure semplificate e accesso alle infrastrutture esistenti e previste nel Piano di sviluppo strategico della Zes”.

Per individuare l’area del territorio su cui sarà fondata concretamente la proposta di istituzione delle Zes a Pachino sono già a lavoro gli uffici comunali che ieri assieme al sindaco, Roberto Bruno, all’assessore ai Lavori pubblici e Urbanistica, Gianni Scala e ai tecnici selezionati nell’ambito dell’Urban e City lab, hanno incontrato Massimo Scatà, rappresentante dell’Autorità di sistema portuale del mare Sicilia orientale che svolgerà un ruolo di coordinamento per l’istituzione delle Zes per la Sicilia orientale.

Un’area che ha i requisiti richiesti – ha continuato il sindaco – poiché è vicina ad una zona portuale e in cui insistono strutture considerevoli di tutela, dal punto di vista paesaggistico e culturale. L’attivazione delle Zes contribuirà alla crescita delle aziende in cui nascono i nostri prodotti di eccellenza e allo sviluppo turistico che vede Marzamemi tra le mete italiane più ricercate“.

 


© Riproduzione riservata - Termini e Condizioni
Stampa Articolo