Portopalo, il deputato regionale Catanzaro: “Niente restrizioni per i pescatori siciliani nel Canale di Sicilia”

Il parlamentare regionale del Pd e vice presidente della Commissione attività produttive è stato relatore del ddl sulla pesca mediterranea approvato dall’Ars un mese fa

“Il nuovo regolamento dell’Unione europea penalizza ancora di più i pescatori siciliani: il Governo regionale deve chiedere delle deroghe per i nostri lavoratori”. A dichiararlo è stato Michele Catanzaro, parlamentare regionale del Partito democratico e vice presidente della Commissione attività produttive all’Ars, che è stato relatore del ddl sulla pesca mediterranea approvato dal parlamento regionale poco più di un mese fa.

“Il governo regionale ha il dovere – ha detto Catanzaro – di sostenere negli organismi competenti i diritti dei pescatori siciliani, chiedendo le opportune deroghe al recente regolamento Ue che, imponendo nuove restrizioni di pesca nel canale di Sicilia, rischia di affossare definitivamente la marineria siciliana”. Il nuovo regolamento dell’Unione Europea ha introdotto il divieto di pesca a strascico, fattore che inciderà pesantemente sulla sopravvivenza delle flotte e sull’economia dell’intero comparto della marineria siciliana, da Portopalo e Mazara del Vallo.

“Abbiamo lavorato – ha continuato il parlamentare regionale del Pd – per dare risposte alle speranze dei pescatori attraverso l’approvazione di una legge che contenesse misure di sostegno concrete per il rilancio della marineria. Ho già presentato un’interrogazione per chiedere al presidente Nello Musumeci un intervento immediato che porti avanti le ragioni e le istanze dei pescatori”.


© Riproduzione riservata - Termini e Condizioni
Stampa Articolo