Portopalo, Scrofano: “ci confronteremo col neo ministro Provenzano su lavoro, giovani e ambiente”

Il presidente del Consiglio comunale è tra i 100 amministratori siciliani che hanno sottoscritto una lettera indirizzata al ministro per la Coesione territoriale

È tra i 100 amministratori siciliani che hanno scritto al neo ministro per la Coesione Territoriale Giuseppe Provenzano, e farà parte della delegazione che incontrerà l’esponente del nuovo Governo Conte, per confrontarsi con temi prioritari per il Sud come lavoro, giovani e ambiente. Corrado Scrofano, presidente dell’aula consiliare di via Lucio Tasca, è tra i sottoscrittori del documento di riflessione sulle sorti del mezzogiorno che arriverà sul tavolo del neo ministro del Governo giallorosso. 

L’Italia sta vivendo un periodo di crisi economica – si legge nella nota inviata a Provenzano – e numerosi sono i settori su cui il nuovo Governo deve necessariamente impegnarsi al fine di risolvere problematiche che da fin troppo tempo gravano sul nostro Paese. Detassazione, Lavoro, Giovani, Ambiente, Mezzogiorno, Politiche europee e Famiglia sono tutti punti importanti che vanno affrontati con estrema delicatezza e studi approfonditi nell’esclusivo interesse della società in cui viviamo”.

Chi amministra i piccoli comuni – ha commentato Scrofano – così come Portopalo, è impegnato quotidianamente a far fronte a innumerevoli emergenze, motivo per il quale riteniamo sia necessario un impegno costante al fine di porre in essere iniziative rivolte allo sviluppo, in modo tale da evitare lo spopolamento che stanno subendo tutte le piccole comunità”.

I 100 amministratori hanno chiesto al ministro un incontro con una delegazione, di cui farà parte anche Corrado Scrofano, “al fine di poter meglio focalizzare – continua la nota – le esigenze dei nostri territori ed iniziare una proficua collaborazione nell’esclusivo interesse delle comunità che rappresentiamo”.


© Riproduzione riservata - Termini e Condizioni
Stampa Articolo