“Riaprire gli uffici del lavoro a Pachino e Portopalo”: l’appello di Corrado Scrofano

I centri per l’impiego periferici sono stati “tagliati” per la spending review dirottando a Noto tutta l’utenza

Corrado Scrofano

Riaprano gli uffici per l’impiego periferici di Portopalo e Pachino”. L’appello è stato lanciato dal presidente del consiglio comunale portopalese, Corrado Scrofano. A marzo la Regione ha deciso di tagliare tutti gli uffici periferici dell’impiego (Pachino, Portopalo ma anche Rosolini), dirottando a Noto tutta l’utenza. I centri del lavoro periferici sono stati chiusi nell’ambito di una spending review ma anche di difficoltà di gestione degli uffici stessi e del personale.

Così Scrofano ha lanciato un appello ai deputati regionali “affinché si adoperino – ha detto il presidente dell’aula di via Lucio Tasca – per ripristinare gli uffici nei vari comuni della zona sud. I fruitori dell’ufficio collocamento sono quasi tutti utenti che godono di ammortizzatori sociali o di misure a sostegno del reddito, oppure utenti che si recano per richiedere la disponibilità al lavoro o semplici informazioni che con la chiusura dei vari uffici si trovano costretti a spostarsi in questo caso da Portopalo o da Pachino per raggiungere le sedi principali dei centri per l’impiego, il più vicino a noi nella città di Noto, sostenendo delle spese che gravano sulla loro situazione reddituale”.

Non sono pochi, infatti, i disagi registrati in questi primi due mesi senza ufficio di collocamento in città: ci sono centinaia di persone in cerca di lavoro costrette a spostarsi da Pachino, Portopalo e Rosolini a Noto, con conseguente sovraccarico di lavoro per gli uffici netini. “Il provvedimento – ha continuato Scrofano – reca diversi disagi ai nostri concittadini e alle imprese che vogliono assumere, allungando sempre più i tempi di assunzione. Tra l’altro si costringono gli utenti a percorrere lunghi tragitti per poter usufruire del servizio con attese lunghissime, visto che l’ufficio di Noto deve sopperire alle richieste di tutta la zona sud”.


© Riproduzione riservata - Termini e Condizioni
Stampa Articolo