“Riaprire subito il ponte Calafarina, anche a senso unico alternato”: il parlamentare Gennuso pronto a incatenarsi sulla Marzamemi – Portopalo

"Adesso l'impresa che si è aggiudicata i lavori metta il ponte in sicurezza, magari cominciando dai guard rail, e si riapra la strada anche a senso unico alternato, regolata da semafori provvisori"

L’impresa che si è aggiudicata l’appalto per la ristrutturazione del ponte Calafarina, abbia la sensibilità di mettere la struttura in sicurezza e apra il viadotto alla circolazione veicolare“. Lo afferma il deputato all’Ars del Gruppo Pid – Grande Sud, on. Pippo Gennuso, dopo che la gara è stata appaltata.

Su quest’opera ci sono stati forti ritardi da parte del Libero Consorzio di Siracusa, ed è inaccettabile esseri arrivati al 9 di agosto per espletare la gara d’appalto – prosegue Gennuso -. L’allarme era stato dato nello scorso mese di febbraio per la viabilità sulla Provinciale Marzamemi – Portopalo. Capisco che i dipendenti dell’ex Provincia sono senza stipendi per responsabilità del governo Crocetta, ma si poteva e doveva operare prima che arrivasse l’estate. Invece c’è stata superficialità senza capire che la chiusura della strada ha provocato danni irreparabili all’economia, soprattutto di Portopalo. Adesso l’impresa che si è aggiudicata i lavori metta il ponte Calafarina in sicurezza, magari cominciando dai guard rail, e si riapra la strada anche a senso unico alternato, regolata da semafori provvisori. Se tutto ciò non dovesse avvenire nei prossimi giorni, sono pronto ad azioni eclatanti. Mi incatenerò davanti alle barriere che sono state messe per chiudere la Marzamemi – Portopalo“.


© Riproduzione riservata - Termini e Condizioni
Stampa Articolo

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi