Rsa di Pachino, la parlamentare Cannata prova a rassicurare gli animi: “nessun trasferimento”

Al momento però nessuna rassicurazione in tal senso è arrivata dall'Asp nè dall'assessorato regionale alla Sanità

Nessun trasferimento della Rsa di Pachino. Ad affermarlo e a provare a rassicurare il territorio sul mantenimento di un possibile presidio sanitario è Rossana Cannata, deputato regionale all’Ars che così tenta di spegnere sul nascere le voci circolate negli ultimi giorni. Il deputato regionale, anzi, ha espresso il proprio parere, ribadendo come il presidio sanitario sia nel pieno interesse dell’assessorato regionale e dell’Asp di Siracusa.

A dimostrazione di ciò – prosegue – con la ridistribuzione dei posti letto delle Residenze sanitarie assistenziali  nella zona sud della provincia, sono stati confermati quelli della Rsa a Pachino, in totale 45, differenziandoli in 35 di tipo ordinario e 10 da destinare ai soggetti affetti dalla malattia Alzheimer, oltre che ulteriori 20 posti letto da allocare in aggiunta al Trigona di Noto”.

La Cannata ricorda come a seguito dell’emanazione della nuova Rete ospedaliera e territoriale della Regione siciliana, il management dell’Asp di Siracusa abbia proceduto a riequilibrare l’allocazione dei posti letto pubblici di Rsa secondo criteri dettati dal fabbisogno dei bacini territoriali, “tenendo anche conto della distribuzione dei posti letto del privato accreditato nei vari distretti di base – precisa il deputato regionale”.

Ma ciò che ancora non è dato sapere è quando la Rsa di Pachino potrà finalmente aprire i battenti e diventare pienamente operativa. La struttura infatti è stata conclusa da oltre due anni, e da due anni al suo interno vi sono arredi e apparecchiature nuove e ancora imballate.

Dall’Asp, così come dall’assessorato regionale in tal senso non si ha avuto ancora alcuna risposta, mente le uniche parole sono quelle odierne della Cannata, valide e attendibili ma che di certo non possono sostituire i silenzi di chi oggi è chiamato a rassicurare la popolazione di Pachino. Intanto però sulla possibile apertura il deputato regionale ha concluso affermando come “si continua a lavorare per un’imminente apertura della struttura.


© Riproduzione riservata - Termini e Condizioni
Stampa Articolo