Volley, il Pachino vince il campionato e “vola” in serie D

Il sestetto guidato da Nicastro ha battuto per 3 set a 0 l’Hering Pozzallo

Una vittoria annunciata, una vittoria meritata. Il Pachino batte per 3 set a 0 l’Hering Pozzallo e conquista, ad una giornata dalla fine del campionato, la vittoria del girone Monti Iblei di Prima Divisione. Il “sogno” chiamato serie “D” che all’inizio della stagione tutti sussurravano a bassa voce adesso rappresenta il futuro della squadra pachinese. La gara di domenica al tensostatico di via Dello Stadio contro l’Hering Pozzallo è servita solo a dare la certezza matematica al team di Salvo Nicastro: 3 set a 0 (25-17, 25-19, 25-17) e gara mai in bilico.

Per la cronaca, sono scesi in campo Peppe Adamo, Paolo Poidomani, Roberto Ardilio, Salvatore Nicastro, Marco D’Ottobre, Simone Micieli, Salvo Gennuso, Simone Avolese, Federico Cammisuli e Sebastiano Arrigo. Al fischio finale è partita la festa. “Ognuno ha quel che si merita – è l’esultanza dell’allenatore, Salvo Nicastro – e noi la serie D la meritiamo. Grandi ragazzi”.

Trionfo annunciato
Non si sono mai nascosti dietro al dito gli azzurri: sin dall’inizio della stagione hanno annunciato tutte le loro intenzioni belligeranti di “assaltare” il torneo di Prima Divisione. E così è andata: eccezion fatta per l’unica sconfitta esterna per 3 a 2 contro la diretta concorrente Avola, il team pachinese ha asfaltato il campionato non perdendo occasione di stendere gli avversari, dentro e fuori casa.

Una vittoria figlia del passato
Peppe Adamo, dirigente, giocatore e tifoso della Volley Pachino, ha deciso di mettere assieme un gruppo di “senatori” e far rinascere la società e la squadra. E a scendere in campo sono stati grandi e meno grandi, che hanno deciso di mettere insieme esperienza e nuova linfa per ricostruire e vincere. I risultati hanno dato ragione al gruppo. Adesso bisognerà pensare già al futuro, perché l’ultima gara di campionato contro il Freeball Ragusa (domenica 19 maggio sempre in casa alle 19) sarà poco più di una formalità.


© Riproduzione riservata - Termini e Condizioni
Stampa Articolo