In tendenza

Barbara Fronterrè scioglie la riserva: “Mi candido alla guida di Pachino”

La Petralito incassa il sostegno di UniAmo Pachino, Io CambioPachino prende le distanze dal ritiro della candidatura di Angelo Maione

Barbara Fronterrè

Barbara Fronterrè annuncia la propria candidatura a sindaco di Pachino alle elezioni amministrative che si svolgeranno il 10 ottobre.

Sono tre le liste che sosterranno l’imprenditrice e già assessore provinciale alla Cultura: una lista di progressisti pachinesi, schieramento di riferimento della candidata, a cui si affiancheranno una lista espressione della società civile cittadina e la lista del Movimento per la Rinascita di Pachino.

Le donne e gli uomini coinvolti in questo progetto – ha dichiarato Barbara Fronterrè – possiedono le qualità fondamentali per rilanciare la vita politica e l’azione pubblica della città: esperienza politica ed amministrativa, capacità imprenditoriale, profonda attenzione per le problematiche del territorio e, non ultimi, sensibilità sociale e culturale”.

Barbara Fronterrè, 53 anni, una figlia, una laurea in Lettere classiche ed un dottorato di ricerca in Storia religiosa, ha rivestito importanti ruoli di dirigenza politica nell’area del Centrosinistra, ed è attivista di lunga data per lo sviluppo sostenibile del territorio.

Intanto nella coalizione che esprimerà la candidatura di Carmela Petralito è nata la lista “UniAmo Pachino”.
Alla città in macerie, martoriata – ha dichiarato il portavoce, Angelo Pantoni – serve una figura che sia garanzia di competenza, onestà e sicurezza.Questa figura ha un nome e un cognome: Carmela Petralito; la sua vita è il nostro miglior manifesto elettorale. Crediamo davvero che il rilancio di questa comunità possa avvenire solo partendo dalla buona morale, etica e predisposizione per il prossimo di cui lei è esempio“.

Io Cambio Pachino, che sosterrà il grillino Fabio Fortuna, ha voluto prendere le distanze dal ritiro della candidatura di Angelo Maione. “Nulla abbiamo a che fare con il ritiro della seppur ottima e valida candidatura di Maione – ha dichiarato il coordinatore Andrea Nicastro – che si è autonomamente determinato sulla base di libere ed insindacabili scelte personali. Men che meno possiamo avere influito sulle dinamiche interne che coinvolgono altri partiti. Resta invece il fatto di aver sempre puntato sulla convergenza delle forze di centro sinistra e quindi l’aver sposato la candidatura a sindaco dell’avvocato Fabio Fortuna ha rappresentato per noi una scelta naturale, schietta e coerente con i valori progressisti e riformisti in cui abbiamo sempre creduto“.

Questi i candidati a sindaco:
Fabio Fortuna, 43 anni, avvocato, primo dei non eletti alle regionali del 2017, sostenuto da Movimento 5 Stelle, Articolo Uno e Io cambio Pachino.

Salvatore Francavilla, 53 anni, agronomo, con a fianco Udc, Nuova Democrazia Cristiana e i movimenti “I like Pachino” e “Pachino Centro”.

Barbara Fronterrè, 53 anni, imprenditrice, sostenuta da Rinascita e due liste civiche

Giordano Metallo Di Raimondo, 44 anni, commerciante, sostenuto dalla Lega e dai movimenti “Pachino che lavora”, “Map” e “Granelli Costa dell’Ambra”

Carmela Petralito, 60 anni, insegnante, capeggerà una coalizione di cui fanno parte i movimenti Cambiamenti, il circolo “Pachino 2020” di Fratelli d’Italia e Pachino Azzurra.

Alfredo Spiraglia, 57 anni, dirigente d’azienda, avrà dalla sua Diventerà bellissima e i movimenti civici Progetto Pachino, Pachino futura, Giustizia e libertà e Alleanza per Pachino.

Corrado Quartarone, 56 anni, dirigente delle risorse umane di una azienda Spa, con Forza Italia e altre due liste civiche.


© Riproduzione riservata - Termini e Condizioni
Stampa Articolo