Coronavirus, “#restateacasa”: ma all’ufficio postale di via Anita c’è la ressa

E’ stato segnalato alle forze dell’ordine

Il concetto di #restateacasa, stando a quanto accade nelle ultime ore, non è stato ben compreso nemmeno in città. Stamattina all’ufficio postale centrale di via Anita la fila di persone era interminabile. Quasi tutti muniti di mascherine, per carità, ma l’assembramento era evidente al punto da occupare anche la carreggiata stradale. E la vicenda è anche stata segnalata alle forze dell’ordine.

Proprio l’ufficio postale principale di via Anita la scorsa settimana è rimasto chiuso in via precauzionale per diversi giorni, poiché c’erano delle indagini in corso per ricostruire la mappatura dei contatti stretti dei due anziani risultati positivi al tampone del Coronavirus, che alla fine sono risultati in 6. Negli uffici è stata effettuata un’accurata sanificazione degli spazi e sono riaperti da qualche giorno.


© Riproduzione riservata - Termini e Condizioni
Stampa Articolo