In tendenza

Covid19, a Portopalo lockdown totale per due settimane: ecco cosa cambia

Dopo l’ordinanza del presidente della Regione

Saranno due settimane di restrizioni e divieti per i portopalesi. Il paese marinaro ha poco più di 24 ore di tempo per organizzare un lockdown totale che scatterà domani, venerdì 12 marzo, e durerà fino al 26 marzo. Così ha deciso il presidente della Regione, Nello Musumeci, così ha chiesto il sindaco di Portopalo, Gaetano Montoneri. Ecco cosa cambierà per i portopalesi nelle prossime due settimane: scatena il divieto di accesso ed allontanamento dal territorio comunale, non si potrà circolare a piedi o con qualsiasi mezzo pubblico o privato se non per motivi di salute, lavoro, necessità.

Prevista anche la sospensione dell’attività didattica in presenza, che nel paese marinaro è già sospesa da due settimane, dunque, sarà una prosecuzione per la didattica a distanza per gli alunni dei plessi di via Tonnara e via Isonzo. Saranno anche sospesi tutti i servizi pubblici non ritenuti essenziali e le attività commerciali al dettaglio, fatta eccezione per generi alimentari e beni di prima necessità.

Non è una notizia che ci fa saltare di gioia – ha raccontato il sindaco Montoneri – legata alla presenza di un numero elevato di contagi: fino ad oggi sono 28 positivi e 21 in quarantena, ma il numero è destinato a crescere.  Mi auguro che la zona rossa venga rispettata, dobbiamo seguire le regole in maniera rigorosa. Metteremo in moto tutto ciò che necessità per far tornare alla normalità il paese. Il mio augurio è che ne usciremo presto”.

Intanto sabato nell’area di protezione civile di contrada Cozzo Spadaro dalle 15 in poi è previsto uno screening drive in.


© Riproduzione riservata - Termini e Condizioni
Stampa Articolo