In tendenza

Crisi politica a Pachino, il sindaco Petralito: “Mi tengo la mia maggioranza, ma questa città ha bisogno di tutti”

La giunta comunale è ancora orfano dei due assessori di Fratelli d’Italia

Il sindaco, Carmela Petralito

Se Fratelli d’Italia sarà della partita, lo si capirà nei prossimi giorni. Ma tutto fa presupporre di si. E non ci saranno particolari stravolgimenti dell’esecutivo municipale, se non i due nuovi nomi che sostituiranno il dimissionario Mandalà e il defenestrato Arangio.

Alle voci di fibrillazioni interne e improbabili incroci politici, il sindaco, Carmela Petralito ha risposto con “Non esistono ribaltoni – ha spiegato il primo cittadino – ho la mia maggioranza di cui ho piena fiducia”. C’è ancora da sciogliere il “nodo” Fratelli d’Italia, ma pare che tutto possa risolversi con serenità, poiché i tre consiglieri comunali e il partito pare starebbero digerendo l’allontanamento dall’esecutivo di Arangio, scelta fatta per motivi personali e non politici da parte del sindaco. “Fdi al momento non è fuori dalla maggioranza – ha spiegato Angelo Luciano, coordinatore cittadino del partito della Meloni – mi devo ancora incontrare col sindaco per discutere”.

Sul nuovo esecutivo, il sindaco non ha ancora sciolto le riserve ma ha una certezza. “In attesa di avere il quadro completo della situazione amministrativa – ha continuato Carmela Petralito – sarà mio dovere mettere in campo una squadra adeguata ad affrontar sfide che ci porrà nuovo anno. Ma ritengo che questa città abbia bisogno dell’impegno di tutti, maggioranza e opposizione, nel rispetto dei ruoli”.


© Riproduzione riservata - Termini e Condizioni
Stampa Articolo