Pachino, 3 denunciati dalla Polizia per violazione della quarantena: due in auto, uno passeggiava

L’attività di controllo del territorio degli agenti del commissariato di via Tafuri continua incessante

Due diciottenni in giro in auto, ed un quarantenne intento a bere una birra. Sono stati denunciati per violazioni del decreto ministeriale contro la diffusione del Coronavirus dagli agenti del commissariato di polizia di via Tafuri, agli ordini del vice questore aggiunto, Maria Antonietta Malandrino, dirigente della Digos di Siracusa.

Ieri, durante l’ennesima intensa giornata di controlli, i poliziotti hanno sorpreso il quarantenne italiano in piazza Colonna a passeggiare e bere serenamente una birra, in spregio al divieto di spostarsi dalla propria abitazione.

I due diciottenni si trovava in giro per le vie della città a bordo di una autovettura, senza giustificazione, né autocertificazione e nemmeno l’attrezzatura necessaria per la prevenzione (guanti e mascherine).

I tre sono stati denunciati dagli agenti per violazioni del decreto ministeriale.

Si ricorda che si deve evitare ogni spostamento e non si può uscire di casa senza giustificato motivo, per cui ci si può allontanare dalla propria abitazione sono lavorative, sanitarie e per fare la spesa.

Chiunque dovrà spostarsi, anche a piedi, dovrà presentare una autocertificazione per il controllo con cui si autodichiara, oltre alle comprovate esigenze, che non ci si trovi nelle condizioni di essere sottoposti alla misura della quarantena o positivi al Coronavirus. Ma chi non avesse la possibilità di stamparlo può ricopiare il testo su un foglio di carta. In caso di dichiarazione falsa si potrebbe essere denunciati per inosservanza dei provvedimenti dell’autorità.


© Riproduzione riservata - Termini e Condizioni
Stampa Articolo