Pachino, 3 risse in 2 giorni in piazza Vittorio Emanuele. I commercianti: “aiutateci, la situazione è grave”

Da sabato a lunedì, è stato registrato uno scontro al giorno. I coinvolti sarebbero tutti migranti

Bottiglie spaccate in mano e botte da orbi: così mettiamo a repentaglio la nostra clientela. Cerchiamo aiuto dalle istituzioni”. L’appello è di Silvana Mallia, proprietaria di un locale di piazza Vittorio Emanuele che negli ultimi due giorni ha assistito a 3 risse in cui sono rimasti coinvolti migranti. “Sabato notte la piazza è diventata un vero e proprio “ring” – ha commentato la commerciante – c’erano più di 30 migranti che se le sono date di santa ragione intimorendo anche i miei clienti, che hanno dovuto assistere alla scena”.

L’altra rissa è avvenuta domenica sera, che ha visto coinvolte 8 persone, mentre la terza ieri a mezzogiorno in punto: erano in 5. “Ho costantemente segnalato l’accaduto alle forze dell’ordine – ha continuato il commerciante – cerchiamo più sicurezza per i nostri clienti, i lavoratori e per noi stessi. Non riusciamo più a sopportare questo clima di tensione e di violenza”.

Stando ai testimoni, i feriti nelle 3 risse sarebbero stati diversi ma nessuno accertato, poiché quando sono comparse le vetture di carabinieri e polizia, tutti i migranti si sono dileguati non lasciando tracce. Dunque, nemmeno nomi e volti di eventuali responsabili, al momento. “Ci auguriamo che si riesca ad intervenire subito – ha continuato la commerciante – la situazione è veramente grave e cerchiamo aiuto”.


© Riproduzione riservata - Termini e Condizioni
Stampa Articolo