Pachino, a luglio scatterà la Ztl a Marzamemi

Tra le novità potrebbe utilizzato anche lo street control

via Marzamemi

La zona a traffico limitato ci sarà anche quest’anno nel borgo marinaro di Marzamemi e scatterà nella prima settimana di luglio. La chiusura del centro storico della frazione è stato uno dei temi più caldi dell’ultimo incontro tra rappresentanti dei commercianti, associazioni e tecnici e funzionari dell’amministrazione comunale. Qualcuno ha lamentato ritardi e continue riunioni che, al momento, non hanno prodotto risultati. “Sembra una storia senza fine – ha commentato Emiliano Ricupero, di Cna Pachino – facciamo riunioni su riunioni ma attendiamo ancora provvedimenti. E la stagione estiva è già iniziata da un bel pezzo”.

La Ztl non è ancora stata attivata perché l’acquisto della segnaletica necessaria non è ancora stato completato, ed anche per le gravi carenze di organico della polizia municipale. Con l’aggravante che gli agenti, oltre a non percepire stipendi da 3 mesi attendono ancora il pagamento dei progetti riferiti alla vigilanza nel borgo negli anni precedenti. Ma il comandante della polizia municipale, Enzo Giuliano, ha annunciato che la definizione dell’acquisto dei segnali è in dirittura d’arrivo, così come l’iter per l’avvio di una Zona a traffico limitato che potrebbe cominciare all’inizio di luglio.

E sarà una ztl pressoché identica a quella degli altri anni, che renderà offlimits il borgo dall’inizio di via Marzamemi sino a via Nuova, via Montoneri e via Regina Elena. E all’attivazione della zona a traffico limitato è legato il regolamento per la disciplina dei dehors per i locali: è pronto, ma non può essere varato prima della nuova disciplina del traffico per tutta l’estate. Si è parlato anche dell’annoso problema della crisi idrica che lascia quasi ogni giorno abitazioni e locali senza un goccio d’acqua, con l’aggravante del continuo viavai di autobotti. I tecnici e i sovraordinati della Commissione straordinaria hanno annunciato attivazione di ulteriori pozzi per potenziare la fornitura di acqua giornaliera.


© Riproduzione riservata - Termini e Condizioni
Stampa Articolo