Pachino, accordo Ue-Cina, l’eurodeputato Giarrusso: “Mi batterò per il pomodoro e per tutte le eccellenze del sud Italia”

Anche l’“oro rosso” di Pachino è stato escluso dai 100 dell’accordo

Mi batterò fino alla fine per fare inserire nell’accordo sia il pomodoro di Pachino che tutte le altre eccellenze del sud Italia”. A dichiararlo è stato l’eurodeputato Dino Giarrusso, componente delle Commissioni europarlamentari per l’agricoltura e lo sviluppo rurale e per il commercio internazionale.

L’accordo fra Europa e Cina sul reciproco riconoscimento di cento prodotti Igp va nella giusta direzione – ha dichiarato il deputato europeo del Movimento 5 Stelle -. Adesso però ci aspettiamo che, con eguale forza, la futura Commissione europea lavori per tutelare e proteggere anche i prodotti del Sud Italia”. Dalla lista dei prodotti tutelati nell’accordo Ue-Cina sono stati esclusi tutti quelli del Mezzogiorno italiano, compreso l’oro rosso di Pachino. “Sono stati premiati esclusivamente i prodotti del nord – ha proseguito Giarrusso – bene, ma bisogna fare di più: dal vino Marsala all’uva da Tavola di Mazzarrone, dai pomodori di Pachino alle arance rosse di Sicilia, dai pistacchi di Bronte all’olio di Calabria, le nostre eccellenze sono tante, invidiate e imitate in tutto il mondo. Al Parlamento europeo faremo sentire la nostra voce per difendere il Made in Italy e la nostra agricoltura da nord a sud”. 


© Riproduzione riservata - Termini e Condizioni
Stampa Articolo