Pachino, appuntamento col blackout: sparisce ancora il segnale  WindTre

E’ la sesta volta negli ultimi sei mesi

Puntuale come un orologio svizzero, arriva il blackout del gestore WindTre. Ed è la sesta volta gli ultimi sei mesi. Come al solito, gli utenti da stamattina all’alba non riescono ad effettuare e ricevere telefonate e nemmeno usufruire dei servizi legati al consumo di dati. Oramai sta diventando un appuntamento poco lieto, quello col blackout, per tutti gli utenti, che lamentano innumerevoli disagi dovuti all’impossibilità di utilizzare uno strumento oramai indispensabile per lo svolgimento quotidiano della vita.

Il primo è stato registrato all’inizio di maggio, quando il segnale è sparito per l’intera giornata della festa dei lavoratori per poi essere ripristinato nel tardo pomeriggio. È stato probabilmente il momento più brutto per gli utenti che, in pieno lockdown, hanno utilizzato le videochiamate e i social per restare vicini a parenti ed amici. A fine maggio il blocco si è ripetuto, fino al terzo episodio registrato a giugno.

La quarta volta è stata registrata il 29 settembre e, puntuale come un orologio svizzero, il 28 ottobre, dopo un mese esatto il segnale è sparito. A novembre il guasto ha giocato un poco d’anticipo: è arrivato il 22, una settimana prima rispetto all’attesa.

Pare che il problema sia sempre lo stesso: linee ballerine che saltano durante il maltempo. Ma un’azienda come WindTre dovrebbe garantire la stabilità del servizio ai propri clienti, che per metà anno hanno avuto non pochi problemi.

WINDTRE precisa che le anomalie di segnale non sono dovute alla rete WINDTRE ma indirettamente ad interruzioni dei cavi in fibra ottica di altro fornitore


© Riproduzione riservata - Termini e Condizioni
Stampa Articolo