In tendenza

Pachino, attacco frontale del sindaco al presidente del Consiglio: “l’assemblea non produce atti deliberativi”

Il rapporto politico tra Carmela Petralito e Franco Ristuccia sembra finito

È vero, prima c’era un po’ di imbarazzo. Perché Carmela Petralito era diventata la front woman inaspettata di un progetto targato Franco Ristuccia. Il leader di Cambiamenti aveva fatto un passo indietro dalla candidatura a sindaco, “accontentandosi” della poltrona di presidente del Consiglio (che, comunque, ha dovuto sudarla fino all’ultimo voto). La coltre di imbarazzo adesso è sparita, a soli 5 mesi dalla vittoria dalle elezioni. E Petralito e Ristuccia non se le mandano più a dire. Ieri il sindaco, dopo che la sua maggioranza è sconquassata dalle liti intesine tra i partiti, ha avuto un sussulto di orgoglio e ha puntato il dito contro la presidenza del Consiglio.

Ha chiesto pubblicamente a Ristuccia “di fare il possibile – ha spiegato Carmela Petralito – perché il Consiglio stesso riesca, finalmente, a produrre atti deliberativi per i nostri concittadini. Fino ad oggi, salvo errori, tra le pochissime delibere approvate ci sono quelle avanzate dall’amministrazione e da me presentate per l’Ati idrico e per l’ospedale di comunità. Eppure diverse nostre proposte attendono da tempo di essere esaminate: dall’assistenza agli alunni con disabilità, alla convenzione con Noto per Marzamemi, all’assistenza agli anziani, per non parlare della necessità di migliorare entro i termini che scadranno a breve il regolamento Tari, per far pagare il giusto ai nostri concittadini”.

Insomma, il sindaco ha risposto per le rime agli attacchi di immobilismo. “Sono la prima sostenitrice del ruolo centrale del Consiglio comunale – è quello che ha detto il sindaco -, che recenti documenti politici hanno sottolineato. Il rapporto con esso deve essere sempre improntato alla leale collaborazione, intriso di fiducia e con la consapevolezza di remare tutti nella stessa direzione”. Tra le righe si legge “siete voi consiglieri che non andate in aula”, ma questo è solo quello che si intuisce.

Riguardo alla lacerante crisi di maggioranza ha confermato la volontà di incontrare tutti, partiti e movimenti “e ho già iniziato a farlo – ha continuato Petralito -, per procedere speditamente sulla strada della ripartenza di Pachino“.


© Riproduzione riservata - Termini e Condizioni
Stampa Articolo