Pachino, bar non paga i tributi: sospesa la dodicesima licenza commerciale

I provvedimenti di sospensione notificati sono più di 130

È stata sospesa la dodicesima licenza in città per il mancato pagamento dei tributi: si tratta di un bar. Così come nelle precedenti undici occasioni, è stata firmata l’ordinanza di sospensione di licenza commerciale per la mancata regolarizzazione della posizione debitoria con gli uffici comunali per il pagamento dei tributi.

Al momento il bilancio delle sospensioni vede 8 esercizi commerciali di Marzamemi (5 ristoranti, due pub, un takeaway e un’attività da nautica da diporto) e un fruttivendolo di Pachino e due bar. Ai gestori e proprietari dei locali sono state notificate delle istanze di richieste di regolarizzazione della posizione debitoria con rateizzazione, per importi superiori a 500 euro, ma entro i termini previsti di 30 giorni nessuno di queste 7 attività avrebbe adempiuto.

Così prima è stata notificata la comunicazione di avvio di procedimento di sospensione della licenza comunale per morosità tributi e tasse comunali e successivamente, in base al regolamento che disciplina le misure preventive per sostenere il contrasto dell’evasione dei tributi locali, è scattata la sospensione immediata della licenza. Il provvedimento durerà 90 giorni e fino al giorno di regolarizzazione della posizione debitoria.

Intanto dagli uffici Tributi di via Macagni sono partiti più di 130 provvedimenti di sospensione delle licenze commerciali. per morosità dei tributi comunali, prevalentemente per canoni idrici e tassa sui rifiuti. Per chi non dovesse dar seguito alla comunicazione di avvio di procedimento, come accaduto per le 12 attività e in base al regolamento che disciplina le misure preventive per sostenere il contrasto dell’evasione dei tributi locali, è prevista la sospensione immediata della licenza. Oltre i 90 giorni scatterà la revoca.


© Riproduzione riservata - Termini e Condizioni
Stampa Articolo