Pachino, cure mediche per un operatore ecologico

Un lavoratore è stato colto da eccessivo stress

Il momento del soccorso al lavoratore

Un operatore ecologico stamattina all’alba è stato soccorso dall’ambulanza del 118 al cantiere della ditta Dusty. Ora sta bene e si trova nella propria abitazione, ma poche ore fa l’uomo si è sentito male poiché colpito da eccessivo stress, dovuto al momento di tensione in un cantiere in cui i lavoratori sono al terzo giorno di sciopero della fame.

Non percepiscono stipendi da 5 mesi e i 40 lavoratori hanno deciso di far sentire la propria voce attraverso la protesta del digiuno e un presidio permanente dinnanzi al cantiere, nella strada provinciale per Noto. E dopo 3 giorni nessuna risposta, nessuna soluzione da chi è deputato a trovarla.

Così stamattina, per l’eccessivo stato di tensione, uno dei lavoratori ha accusato un malore, stando ai primi responsi sanitari non dovuto al digiuno. Così è stato necessario l’intervento dell’ambulanza del 118 del presidio territoriale d’emergenza di contrada Cozzi, con il personale medico che ha  soccorso il lavoratore. Dopo le cure del caso l’uomo è stato trasportato nel presidio di contrada Cozzi e poi dimesso, adesso si trova a casa in buone condizioni di salute.

Ma la protesta dei lavoratori continua, almeno fino a quando non otterranno i loro stipendi.


© Riproduzione riservata - Termini e Condizioni
Stampa Articolo