Pachino, Dilorenzo (Pd): “Ancora vittime a causa della malasanità nella zona sud”

Il segretario cittadino dei democratici chiama all’appello tutte le forze politiche

Lo scontro di via Mascagni

Il grave lutto che ha colpito la città ha avviato una profonda riflessione su quanto accaduto e su quello che sarebbe dovuto accadere, se tutto avesse funzionato nei giusti tempi e con i giusti modi. A tentare di salvare la vita del giovane Natale Passarello, spezzata a 20 anni in via Mascagni dopo uno scontro fatale, è arrivata un’ambulanza del Presidio territoriale d’emergenza di Rosolini. Chi ha assistito all’impatto e ai soccorsi, ha raccontato che dal momento dello scontro fin all’arrivo dei soccorsi sono trascorsi più di 30 minuti, forse 40.

Nel pieno rispetto del dolore della famiglia della vittima – ha dichiarato il segretario del Pd, Vitaliano Dilorenzo – e delle sofferenze dei coinvolti nell’incidente, trascinati dalla fatalità in un evento tragico, e delle indagini che ne delineeranno la dinamica, vorrei evidenziare l’ennesimo caso di “mala sanità” che è emerso con crudezza  ieri pomeriggio”.

C’è una sola ambulanza al Pte di contrada Cozzi a Pachino, ed in quel momento era impegnata in un altro soccorso. In un territorio di quasi 30 mila abitanti (assieme a Portopalo), senza una struttura ospedaliera ma con quella di contrada Cozzi che stenta a garantire tutti i servizi necessari, senza un collegamento all’autostrada, questo vuol dire rischiare la vita.

È inaccettabile – ha continuato Dilorenzo – che una comunità di 30 mila persone abbia a disposizione per le emergenze solo una ambulanza. E questo deficit strutturale lede per l’ennesima volta i diritti di una comunità che ha la “sfortuna” di vivere nella periferia di una regione periferica”. Il segretario dei democratici lancia l’appello a tutte le forze politiche cittadine per tentare di fare fronte comune sulla tutela della sanità. “Non abbiamo ancora capito – ha concluso Vitaliano Dilorenzo – dopo quanto vissuto durante l’emergenza covid, che non si possono piegare la salute e la vita ad altra logica, che sia diversa dalla sacrosanta tutela di questi diritti?”.


© Riproduzione riservata - Termini e Condizioni
Stampa Articolo