Pachino e Portopalo, agricoltura e pesca al tracollo. PD e Lega chiedono misure di sostegno

La validità dei patentini fitosanitari è stata estesa dalla Regione fino al 31 dicembre 2020

Pd e Lega chiedono sostegno per i comparti agricolo e ittico, flagellati anche dalle conseguenze del Coronavirus.

I deputati regionali del Partito Democratico presenteranno due interpellanze all’Ars. “È necessario attivare tutte le misure utili a tutelare i comparti dell’agricoltura e della pesca che, più di altri, rischiano di subire il peso della grave crisi economica conseguenza dell’emergenza sanitaria”. Riguardo al settore ittico, la richiesta che i democratici faranno al Governo Musumeci sarà quella di anticipare il fermo biologico. “Le restrizioni imposte per il contenimento della diffusione dell’epidemia – hanno dichiarato i parlamentari de Pd – hanno costretto gli armatori ad annunciare il blocco totale delle attività di pesca. Anticipare il fermo biologico relativo all’annualità 2020 e provvedere al pagamento dei fermi arretrati dal 2017 al 2019 potrebbe essere di vitale importanza per la sopravvivenza delle imprese”.

Il momento non è certamente migliore per le aziende agricole che “vivono un momento di grave crisi – hanno continuato i parlamentari regionali democratici – accentuato dalla notifica delle esose ed irrazionali cartelle di pagamento dei consorzi di Bonifica. Gli agricoltori siciliani sono chiamati a pagare cartelle, per altro emesse retrodatando i ruoli esattoriali, che comprendono anche i pesi della criticità economica in cui versano i consorzi stessi e l’ingiustificato aumento del costo dell’acqua da 15 a 23 centesimi per metro cubo. Chiediamo la sospensione di tali cartelle”.

La leghista Francesca Donato, parlamentare europea e componente  della Commissione Agricoltura ha detto che “il rischio di subire danni irreparabili – ha detto Francesca Donato – di fatto strangolerebbero questi settori, che con fatica stanno tentando di reggere i contraccolpi causati dal blocco da coronavirus, e non possono essere considerati dal Governo e dall’Unione europea come mali minori. Bisogna intervenire subito senza proclami, ma con atti concreti anche a tutela dei lavoratori e dell’indotto”.

La Lega chiede al Governo nazionale la proroga delle scadenze dei bandi, la semplificazione delle procedure legate alla gestione del Programma di sviluppo rurale e dell’aumento delle percentuali anche per le misure strutturali, dell’iter burocratico della liquidazione delle domande. E un consistente aumento, rispetto al regime attuale, degli aiuti previsti per questi settori.

Intanto l’assessorato regionale all’Agricoltura e alla Pesca nel Mediterraneo ha diffuso una circolare, a firma de dirigente generale Dario Cartabellotta, con la validità dei patentini fitosanitari (in caso di scadenza) cui viene estesa fino al 31 dicembre 2020, vista l’impossibilità di organizzare nuovi corsi. Riguardo al carburante agricolo, il dipartimento Agricoltura fa sapere che su richiesta della ditta di assegnazione corredata da libretto di controllo, gli uffici procederanno con decorrenza immediata all’emissione di un primo provvedimento di concessione per un quantitativo pari al 50% per cento dell’assegnazione dell’anno precedente.


© Riproduzione riservata - Termini e Condizioni
Stampa Articolo