In tendenza

Pachino e Portopalo: due comunità a difesa del Presidio territoriale d’emergenza

Oggi si è svolta una manifestazione di protesta contro i disservizi nella struttura di contrada Cozzi

L’assenza era più visibile di tutte le assenze: il sindaco, Carmela Petralito, oggi non ha partecipato alla manifestazione di protesta contro i disservizi al Presidio territoriale d’emergenza di contrada Cozzi. La struttura sanitaria è carente di medici e il rischio è che in alcuni turni manchi proprio il medico.

Così il consigliere comunale Barbara Fronterrè, assieme a tutto il gruppo di opposizione, ha organizzato la giornata di protesta pacifica per chiedere un intervento immediato da parte dell’Azienda sanitaria e di una Regione, due istituzioni che sembrano non sapere esattamente dove siano Pachino e Portopalo, e se facciano addirittura parte di questa Isola.

Così oggi la protesta. C’erano i rappresentanti dei partiti di opposizione (Progressisti, Rinascita, M5S) che non le hanno mandate a dire ad Asp e Regione. “Quanto accaduto è gravissimo – ha dichiarato Barbara Fronterrè – pretendiamo immediati interventi dell’Asp”. Per Fabio Fortuna del M5S “la responsabilità di quanto sta accadendo – ha sottolineato il grillino – è chiaramente attribuibile al Governo regionale”. Sebastiano Mallia di Rinascita ha chiesto “garanzie sul funzionamento della sanità in un territorio che comprende due comuni”. C’erano anche il sindaco di Portopalo, Gaetano Montoneri, e il vicesindaco, Gaetano Gennuso.

La situazione mi preoccupa – ha detto il sindaco Montoneri – Pachino e Portopalo sono in grave pericolo”. L’unico gruppo di maggioranza che ha responsabilmente deciso di partecipare ad un evento a difesa della sanità pubblica è stato quello di #diventerà Bellissima, col gruppo consiliare e l’esponente in giunta, il vicesindaco Ninni Nicastro. “Abbiamo sollecitato l’assessore regionale Razza – ha detto Nicastro – a breve termine avremo un incontro per avere risposte”. Hanno anche partecipato il segretario della Camera del lavoro, Antonio Armone, il responsabile cittadino di Cna, Sebastiano Gradante, il coordinatore del gruppo Agesci scout “Pachino 2”, Saro Ardilio.


© Riproduzione riservata - Termini e Condizioni
Stampa Articolo