Pachino, esplode la fognatura a Marzamemi: l’associazione “Borgo Sostenibile” chiede l’intervento delle autorità

La segnalazione è stata recapitata, oltre agli uffici comunali, anche al commissariato di polizia di via Tafuri, ai carabinieri, all’Arpa Sicilia, alla Procura di Siracusa, all’Azienda sanitaria e al Nictas

Liquami in via Montoneri

Intervenire con urgenza per riparare la rete fognaria di Marzamemi e definire le procedere per il rifacimento”. La richiesta è partita dai componenti dell’associazione “Borgo sostenibile”, a seguito dell’ennesima esplosione della fogna in tutta la frazione, nel fine settimana della Befana. È stato chiesto un incontro alla Commissione straordinaria che guida l’ente municipale e la segnalazione è stata recapitata, oltre agli uffici comunali, anche al commissariato di polizia di via Tafuri, ai carabinieri, all’Arpa, l’Agenzia regionale per la protezione dell’ambiente della Sicilia, alla Procura di Siracusa, all’Azienda sanitaria e al Nictas, il Nucleo investigativo circondariale tutela ambientale e sanitaria.

L’attività amministrativa della Commissione – ha spiegato Vincenza Latino, rappresentate dell’associazione – non può prescindere dall’intraprendere azioni decisive per assicurare la tutela igienico – sanitaria dei cittadini e dei residenti, che rischia di essere compromessa dai continui svernamenti di liquami avvenuti nel territorio comunale e, in special modo, nel borgo marinaro di Marzamemi”. I cittadini attivi denunciano il fatto che gli interventi per le riparazioni “non vengono effettuati in tempi urgenti – ha continuato Latino – esponendo i residenti a gravi rischi. È evidente che non sono stati realizzati quegli interventi preventivi di manutenzione e bonifica dei tratti fognari che nei precedenti anni avevano consentito di ridurre sensibilmente gli versamenti a Marzamemi”. È stato chiesto un incontro alla Commissione per gli interventi immediati e per conoscere il futuro del progetto di rifacimento della rete del borgo. 

L’istanza a cui si riferiscono i componenti di “Borgo Sostenibile” riguarda il progetto da 800 mila euro che comprende quattro distinte progettazioni: la realizzazione e completamento della rete fognaria di Marzamemi, la realizzazione di un impianto fotovoltaico per l’alimentazione a zero emissioni del depuratore comunale, il recupero dell’edicola di San Giuseppe quale manufatto avente caratteristiche architettoniche storiche riconosciute dalla Sovrintendenza dei Beni Culturali di Siracusa e la sostituzione caldaie e impianto solare termico in alcuni edifici pubblici. Al momento il Comune di Pachino  risulta al secondo posto nella graduatoria regionale in posizione finanziabile, ma si attende ancora il decreto definitivo da parte della Regione, per fissare la graduatoria.

Intanto all’ufficio Ecologia si sta lavorando al project financing per il rifacimento e la gestione della fogna in tutto il territorio comunale, che prevede anche la rete del borgo marinaro. Il progetto in questione deve ancora essere approvato dalla Commissione straordinaria che regge l’ente, ma entro gennaio potrebbe essere predisposto il bando di gara e tra maggio e giugno potrebbero cominciare i lavori. Con priorità ai punti più sensibili della città. Dunque, o col progetto del Psr o col project financing, una soluzione definitiva all’atavico problema della fogna di Marzamemi potrebbe arrivare tra non molto. 


© Riproduzione riservata - Termini e Condizioni
Stampa Articolo