In tendenza

Pachino, fiamme al “Marzamemi palace”: scatta l’esposto dei residenti

Sono intervenuti i vigili de fuoco

Il Marzamemi Palace in fiamme

Le fiamme hanno avvolto ieri sera il “Marzamemi palace”. È andato a fuoco un cumulo di rifiuti in quello che avrebbe dovuto essere una struttura ricettiva ma è diventato un mostro di cemento abbandonato nel cuore del borgo marinaro e occupato abusivamente.

Poco dopo le 19 le fiamme si sono alzate pericolosamente dal cumulo di rifiuti languendo la struttura e anche le abitazioni limitrofe. Così è stato necessario ‘intervento dei vigili del fuoco del distaccamento di Noto per mettere in sicurezza l’area. “Abbiamo segnalato tante volte il rischio che si corre – hanno dichiarato i residenti che annunciano un esposto – ma si deve sempre arrivare al pericolo prima di intervenire”.

Il destino de Marzamemi Palace
Il complesso alberghiero è stato edificato nel 2004 dalla società “Sirio 2000” nella zona umida subito alle spalle del centro storico del borgo marinaro. La struttura, prevedeva 210 stanze e avrebbe potuto garantire sino a 500 posti letto, è costata 15 milioni di euro, era quasi pronta e già inserita nei cataloghi dei tour operator per le vacanze del 2009. A dicembre 2008 scatta, però, il sequestro per reati paesaggistici e urbanistici: fu scoperto un seminterrato non risultante nei progetti dell’albergo.

È rimasta sequestrata per 6 anni, fino al 2014, ma nel frattempo è stata vandalizzata e per una parte occupata abusivamente. A 13 anni dal sequestro è l’ennesimo mostro di cemento, con vista sul pantano di Marzamemi, che attende di essere acquistato all’asta.


© Riproduzione riservata - Termini e Condizioni
Stampa Articolo