Pachino, giovedì l’ultimo saluto alle 3 vittime dell’incidente stradale

Sebastiano Dipietro, Pietro Calvo e Vincenzo Buscemi

L’estremo saluto alle tre vittime dell’incidente stradale sarà dato giovedì alle 16 nella Chiesa Madre di piazza Vittorio Emanuele. I pachinesi Sebastiano Dipietro, 65 anni, conosciuto come “Borgosesia”, Pietro Calvo, 61, detto “U miricanu” e Vincenzo Buscemi, 80 anni, a tutti noto come “U tappitaru”, hanno perso la vita nell’incidente di ieri pomeriggio lungo la strada provinciale 26 che collega Pachino a Rosolini.

I tre, stando ad una prima ricostruzione dell’incidente svolta dai carabinieri, erano di ritorno verso Pachino e, per cause ancora al vaglio dei militari dell’Arma, il conducente della vettura avrebbe perso il controllo della stessa, sbattendo prima contro il muro di cinta e dopo una carambola la Nissan si è scontrata frontalmente con un tir che andava in direzione Rosolini. Un frontale violentissimo nel quale due degli occupanti, Dipietro e Calvo, hanno perso la vita sul colpo, mentre il terzo, Buscemi, è stato trasportato d’urgenza al nosocomio avolese, in cui è morto un’ora dopo.

Buscemi era in pensione, per tutta la vita è stato un commerciante ambulante ed era vedovo da tempo. Dipietro ha girato il mondo, per un periodo si è stabilito in Piemonte dove ha fatto diversi lavori, tra cui il cameriere e il barman: lascia una figlia. Calvo era un venditore ambulante di ortrofrutta, lascia una moglie e 4 figli minorenni. I Carabinieri della stazione di via Maucini hanno avviato una indagine per ricostruire la dinamica dell’impatto violentissimo.

 


© Riproduzione riservata - Termini e Condizioni
Stampa Articolo